Registro Imprese

Sezione Registro Imprese
Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2015
Home > Registro Imprese - Guide > Domande frequenti
Argomenti

Passa a...

Domande frequenti


Vista la complessità dell'argomento trattato, la Camera di Commercio di Prato, al fine di agevolare la compilazione della Comunicazione Unica, ha ritenuto di pubblicare una serie di risposte ai quesiti più frequenti che vengono posti dagli utenti.

Questo primo gruppo di questi è stato curato direttamente dal Registro delle Imprese di Prato:

In questa seconda sezione invece sono presenti le risposte alle domande più frequenti elaborate a livello nazionale per il sito www.registroimprese.it:


La Firma della Comunicazione Unica

 

Domanda: Da chi deve essere firmata la distinta della Comunicazione Unica?

Dallo stesso soggetto a cui risulta intestata e che risulta legittimato alla presentazione, ed eventualmente, dagli altri soggetti obbligati.

Domanda: Qual è la procedura da seguire nel caso la pratica sia gestita e firmata da più soggetti?

Se i soggetti sono tutti presenti è sufficiente cliccare su "Ulteriore firma" dopo aver creato la distinta e applicato la prima firma.

Se i soggetti non sono presenti occorre selezionare ESPORTA dal menù PRATICA. L’applicativo produce un file “nome_file.cu” che può essere spedito via e-mail, copiato su un dispositivo mobile (per esempio chiavetta USB) e importato in un altro computer, in modo che la pratica possa essere compilata e firmata
in momenti diversi.

Domanda: Devo inviare una pratica, non essendo iscritto all'ordine dei commercialisti, penso di avvalermi del modello di procura previsto del ministero. E' necessario allegare anche il documento d'identità dell'imprenditore?

Si, se viene utilizzata la procura ministeriale dovrà essere allegata anche la fotocopia del documento di identità del delegante (imprenditore) e dovrà essere riportato il codice pratica cui si riferisce. Attenzione: in caso di regolarizzazione dovrà essere allegata un'altra procura ministeriale nella quale sarà indicato il nuovo codice pratica. Infatti la delega è valida solo per una pratica specifica e non per le successive regolarizzazioni o ulteriori adempimenti.


La posta elettronica certificata (P.E.C)

Domanda: L’indirizzo Pec indicato nel quadro 5 della distinta della ComUnica viene inserito nella visura del registro delle Imprese?

No, sia per le imprese individuali che per le società deve essere inserito rispettivamente nel modello I2 quadro 5 o nel modello S2, quadro 5, della sede legale dell’impresa. La casella PEC indicata nel modulo ComUnica sarà utilizzata solo per le comunicazioni relative alla pratica, non sarà iscritta nel registro imprese e non comparirà in visura. E' possibile indicare la casella PEC dell'intermediario incaricato dall'impresa.


Domanda: E' possibile indicare la casella PEC dell'intermediario incaricato dall'impresa nel quadro 5 della distinta della ComUnica?

Sì, con l’avvertenza che a tale casella verranno inviate tutte le comunicazioni ufficiali (protocollazione, sospensione, richiesta di regolarizzazione, ecc..) inerenti la pratica in questione.


Domanda: Come si ottiene una casella di posta elettronica?

Chiunque voglia dotarsi di una casella di Posta Elettronica certificata deve rivolgersi a uno dei gestori previsti dall’articolo 14 del DPR 68/2005 e pubblicati sul sito www.digitpa.gov.it Trattandosi di un contratto fra privati (persone fisiche o giuridiche) il gestore è scelto dall'interessato in base all'offerta ritenuta più idonea.


Domanda: Le società e le imprese individuali devono dotarsi obbligatoriamente di una casella Pec?

Le società di nuova costituzione, in base all’art. 16 del D.L. 185/2008 convertito in legge 2/2009, sono tenute ad indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro imprese.

Le società già costituite devono comunicare al registro imprese l'indirizzo di posta elettronica entro 3 anni dall’entrata in vigore della legge suddetta (29/11/2011). La comunicazione e le successive variazioni sono esenti da imposta di bollo e da diritti di segreteria. La comunicazione dell’indirizzo PEC viene effettuata attraverso la compilazione del modello S2, riquadro B, con l’indicazione della data invio e tipo atto "C" comunicazione (non indicare nessun atto), il riquadro 5 con l’indicazione dell’indirizzo Pec e il quadro note con la dicitura:“Dichiarazione ai sensi dell’art. 16 della legge 28 gennaio 2009 n. 2”

Le imprese individuali sono esentate da questo obbligo ma sono tenute a indicare una casella PEC nella compilazione del modello della distinta della Comunicazione Unica (riquadro 5). Tale domicilio elettronico non comparirà nei dati dell’impresa all’interno delle visure o dei certificati; verrà solamente utilizzata per tutte le comunicazioni di tutti gli enti all’impresa per la pratica in questione, quindi, si può indicare la casella Pec dell’intermediario incaricato dall’impresa. Se l’impresa intende far pubblicare la propria Pec nella visura/certificazione del registro imprese sarà necessario che i dati della casella elettronica siano comunicati nella modulistica del registro imprese negli appositi riquadri relativi ai dati della sede. Tale comunicazione è esente da diritti e bolli.


Attività e Albo Artigiani

Domanda: Devo inviare un iscrizione di impresa individuale inattiva. Cosa devo fare?

Con la comunicazione unica le imprese individuali possono richiedere la partita IVA all’Agenzia delle Entrate e l’iscrizione Registro delle Imprese. Occorre compilare il modello I1 e indicare al riquadro ATTIVITA’ PREVALENTE ESERCITATA DELL’IMPRESA la seguente dicitura:
- COSTITUZIONE DI IMPRESA INDIVIDUALE SENZA IMMEDIATO AVVIO DELL’ATTIVITA’ ECONOMICA DI ……..(INDICARE L’ATTIVITA’ O IL SETTORE DI ATTIVITA’ PRESUNTA).


Domanda: Nel caso di iscrizione con contestuale inizio di attività, devo compilare anche il riquadro AC del modello I1, per richiedere l’iscrizione del titolare nella gestione commercianti?

Sì, in caso di inizio attività di un’impresa individuale deve essere compilato anche tale quadro, per richiedere la prima iscrizione del titolare e/o di un coadiutore (familiare o affine entro il terzo grado che svolge la propria attività lavorativa con i requisiti di abitualità e prevalenza) nella gestione degli esercenti attività commerciali. È importante evidenziare che tale riquadro, come prevedono le istruzioni ministeriali per la compilazione dei modelli, deve essere compilato anche nel caso in cui il dichiarante non intende iscriversi alla gestione commercianti, indicandone la motivazione (es.: svolge una attività di lavoro dipendente a tempo pieno; è esclusivamente socio di capitale e non presta alcuna attività lavorativa; è iscritto ad altra forma obbligatoria di previdenza Ente o Cassa di ordine professionale; è già iscritto alla gestione artigiani e/o commercianti).


Domanda: In caso di successiva attivazione dell’impresa, devo compilare il quadro AC, per la richiesta di iscrizione nella gestione commercianti?

Si, al modello base S5 deve essere aggiunto il modello intercalare P con il quadro AC, mentre nel modello I2 è già contenuto nel modello base.


Domanda: La nuova modulistica del Registro delle Imprese, da utilizzare con il modello della Comunicazione Unica, prevede che il modello INT/P sia utilizzato anche per richiedere l’iscrizione, la modifica e la cancellazione alla gestione esercenti attività commerciali istituita presso l’INPS. Come devono essere compilati tali modelli INT/P? Come nomina o come modifica?

La scelta dipende dai dati già in possesso dall’INPS. Ovvero: se all’INPS non è stato ancora comunicato alcun dato riguardante la persona, il modello deve essere aperto come NOMINA, in caso contrario come MODIFICA.

Domanda: Devo inviare un’iscrizione di un’impresa, con contestuale attivazione. Posso indicare come data di inizio attività una data anteriore alla data dell’invio telematico?

No, deve essere indicata la stessa data dell’invio telematico. L’ufficio del registro delle imprese rilascia la ricevuta, che costituisce titolo per immediato avvio dell’attività imprenditoriale.


Domanda: Devo dichiarare una variazione di attività (inizia una seconda attività oppure inizia un’attività e contestualmente cessa l’altra attività svolta), quale data devo indicare: quella di invio al registro delle imprese?

No, in caso di variazione dell’attività non è necessario indicare la data di trasmissione della Comunica come invece è richiesta quando viene denunciata la prima attività dell’impresa al momento dell’iscrizione.

Domanda: Sto preparando la denuncia per l'inizio attività di un'impresa come descrizione devo riportare la formulazione riportata nell'oggetto sociale o la definizione del corrispondente codice ATECO?

No, non sono ammesse espressioni generiche, riprese dai codici ATECO o dall'oggetto sociale ma vanno indicate le attività effettivamente esercitate (solo quelle con rilievo verso terzi). La descrizione dell'attività deve essere sintetica, chiara, concreta e possibilmente senza l'uso di termini strettamente tecnici o in lingua straniera e deve comprendere sia il tipo di attività (ad esempio produzione, manutenzione, riparazione, installazione, noleggio, commercio al minuto, commercio all'ingrosso, ecc.) sia le categorie dei prodotti e dei servizi trattati (alimentari, mobili, ecc.)

Domanda: Cosa si intende per attività prevalente dell'impresa?

Per attività prevalente si intende l'attività con il più elevato volume d'affari di tutta l'impresa (compresa sede e tutte le unità locali eventualmente esistenti). L'attività prevalente deve essere sempre denunciata al momento dell'inizio della prima attività dell'impresa. Nel caso in cui l'impresa sia inattiva alla sede e inizi l'attività fuori provincia dovrà essere presentato il modello UL alla provincia in cui si trova l'unità locale e il modello S5 (per le società) oppure il modello I2 (per le imprese individuali) per dichiarare presso la sede quale attività prevalente viene iniziata. Se l'attività prevalente viene modificata dovrà essere denunciata tale variazione (sempre con il modello S5 o I2).

Domanda: Che differenza c'è tra attività primaria e attività secondaria?

La distinzione tra primaria e secondaria si riferisce sempre alle attività svolte presso uno specifico indirizzo, ad esempio la sede o nell'unità locale. Nella compilazione della modulistica dovrà essere indicata un'attività primaria e le eventuali attività secondarie. In caso di successive modifiche (nuove attività, cessazioni, ecc..) dovrà essere correttamente aggiornata la situazione dell'attività primaria e delle attività secondarie in base ai dati contenuti nel registro delle imprese. E' consigliato, pertanto, effettuare una visura prima di compilare le pratiche relative alle attività. Si ricorda, infine, che la scheda dati di lavoro è gratuita se seguita, nei 30gg successivi, dall'invio di una pratica telematica per la medesima impresa.

Domanda: Ho iscritto un'impresa individuale inattiva, ora devo denunciare l'inizio attività. A quanto ammontano i diritti di segreteria e i bolli?

La pratica di denuncia dell'inizio attività per un'impresa già iscritta è esente dal pagamento dell'imposta di bollo e dei diritti di segreteria in quanto è considerata un'integrazione dell'iscrizione.

Domanda: E' possibile cessare l'attività di un'impresa individuale senza cancellare l'impresa dal registro delle imprese?

L'impresa individuale può rimanere inattiva anche a seguito della cessazione di tutte le attività svolte, in questo caso, rimane iscritta al registro delle imprese fino a quando non viene chiesta la cancellazione ed è tenuta al pagamento del diritto annuale.

Domanda: Devo presentare l'inizio di un'attività soggetta a Segnalazione Certificata di Inizio Attività, devo allegare la scansione del modello presentato in Comune?

No, in questo caso è sufficiente inserire gli estremi della SCIA (Ente a cui è stata presentata, data e numero di protocollo) negli appositi riquadri della modulistica.

Alcune SCIA, invece, devono essere presentate al Registro delle Imprese per la verifica del possesso dei requisiti. Sono quelle relative alle attività di: impiantistica, autoriparazione, pulizie, facchinaggio, commercio all'ingrosso, attività di agente e rappresentante, attività di agente di affari in mediazione (mediatore) e quella riguardante l'iscrizione all'albo artigiani. In questi casi la data di inizio attività da indicare è quella di invio della pratica al registro delle imprese. La modulistica contenente i requisiti richiesti per le suddette attività è pubblicata nel sito internet.

Domanda: Devo inviare un inizio attività con contestuale iscrizione all'albo artigiani. Posso indicare come data di inizio attività una data anteriore alla data dell'invio telematico?

La data di iscrizione all'Albo delle imprese Artigiane è quella dell'invio della pratica e di conseguenza l'inizio dell'attività artigiana deve riportare la stessa data.

Domanda: Devo inviare la richiesta di iscrizione all'albo artigiani. Devo compilare anche le dichiarazioni previste sul modello?

Si, devono essere sempre selezionati i riquadri relativi al possesso dei requisiti artigiani mediante dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà e conseguente assunzione di responsabilità in caso di dichiarazione non veritiera. Si ricorda che l'ufficio, secondo quanto previsto dalla normativa regionale, procede regolarmente ad effettuare controlli a campione sulle dichiarazioni presentate e, in caso di mancata esibizione della documentazione riguardante il possesso dei requisiti, procede alla cancellazione dall'Albo delle imprese Artigiane con conseguente cessazione dell'attività e, in caso di dichiarazione non veritiera, viene effettuata anche la segnalazione alla procura.

Domanda: Per la mia attività artigiana sono necessari vari strumenti, devo elencarli tutti?

Nel riquadro "attrezzature e macchinari" devono essere elencati gli strumenti effettivamente utilizzati, non è corretta l'indicazione generica: strumenti vari, strumentazione non in serie, ecc. Gli strumenti elencati devono essere adeguati all'attività dichiarata, ad esempio se l'impresa svolge l'attività di "confezione di abbigliamento" dovrà essere in possesso di una macchina da cucire.


La regolarizzazione della Comunica

Domanda: Devo effettuare una regolarizzazione richiesta dal registro delle imprese di una pratica inviata con Comunica, devo inserire nuovamente gli allegati relativi agli altri Enti?

La pratica dovrà essere reinviata tramite Comunica allegando la modulistica del registro imprese secondo la regolarizzazione richiesta e l'eventuale modulistica INPS. Non deve essere allegata la modulistica relativa agli altri Enti (AGENZIA DELLE ENTRATE, INAIL). In ogni caso è necessario fare molta attenzione, scegliendo l’opzione Reinvio in fase di compilazione della pratica. In caso contrario il sistema riprotocollerà automaticamente la pratica.


Domanda: Il registro imprese ha sospeso una pratica telematica, relativa alla Comunicazione Unica d’Impresa. Posso effettuare il rinvio senza utilizzare il software “Comunica Impresa”?

No, la regolarizzazione deve essere effettuata con le stessa modalità del primo invio, utilizzando il software “Comunica Impresa”.


Domanda: Quando reinvio una regolarizzazione di una pratica il quadro 5 della distinta comunica deve essere compilato?

Si, deve essere ricompilato indicando l’indirizzo di posta elettronica certificato dell’intermediario o dell’impresa.


Adempimenti altri enti

Domanda: Ho inviato una pratica Comunica con la modulistica relativa ai vari enti. Ho ricevuto la risposta da parte dell’Agenzia delle Entrate e dell’INAIL e non dell’INPS. Cosa devo fare?

Dopo la trasmissione di Comunica il dichiarante e l’impresa riceveranno, tramite e-mail e PEC, una ricevuta con il numero di protocollo e l’elenco della modulistica contenuta: ad esempio Agenzia delle Entrate, INAIL , INPS Registro delle Imprese. Il sistema informatico inoltre trasmetterà anche una singola ricevuta di protocollo relativa a ciascun adempimento riportando eventualmente un messaggio da parte dell’Ente interessato (generalmente sono risposte con l’indicazione dell’errore contenuto nel modello). Non viene trasmessa invece una ricevuta INPS separata da quella generale. L’INPS, infatti, effettua l’aggiornamento dei propri dati dopo l’evasione della pratica al registro delle imprese.

Domanda: Devo effettuare un adempimento che non riguarda il registro imprese ma Comunica segnala l'errore "la pratica registro imprese è obbligatoria" e non mi permette di inviare la pratica. Come posso fare?

Se si intende inviare un adempimento riguardante altri Enti, che non comporta una variazione al registro delle imprese, è necessario compilare un modello base (S5,aperto in "modifica attività", per le società o I2 per imprese individuali), senza compilare alcun riquadro (nemmeno il modello note) allegando il file degli altri Enti. Gli adempimenti indirizzati agli Enti diversi dal Registro delle Imprese sono esenti da diritti di segreteria e imposta di bollo.

Domanda: Devo presentare una denuncia per l'INPS mi è stato detto che devo utilizzare i modelli del registro imprese. È vero?

Si, diversi adempimenti INPS si trovano direttamente all'interno della modulistica del registro delle imprese. Ad esempio per iscrivere il titolare, un socio o i collaboratori alla gestione previdenziale commercianti occorrerà compilare il riquadro AC del modello I2 se si tratta di impresa individuale oppure del modello int. P se si tratta di socio (in questo caso è necessario compilare anche il riquadro 1 con i dati identificativi del soggetto interessato).

Domanda: Ho inviato una Comunica ma mi è arrivata una mail di mancata accettazione da parte dell'Agenzia delle Entrate. Posso rimandare la pratica come reinvio?

No, non è possibile utilizzare la modalità Reinvio per la regolarizzazione delle pratiche destinate agli altri enti. In caso di messaggi di errori per gli adempimenti che non riguardano il registro delle imprese occorre contattare direttamente l'Ente competente. Con la modalità reinvio è possibile regolarizzare soltanto pratiche per il Registro Imprese. Si ricorda però, che se la pratica originale conteneva anche un adempimento Inps questo deve essere riportato sulla nuova pratica.

Domanda: Devo presentare una denuncia per il registro imprese e per l'agenzia delle Entrate mi è stato detto che posso utilizzare direttamente i modelli del registro imprese per entrambi gli adempimenti. E' vero?

Si, la modulistica del registro delle imprese prevede il modello intercalare IVA. Tale modello contiene tutti i dati presenti nei modelli AA7 e AA9 dell'Agenzia delle Entrate e per quanto riguarda i dati relativi ai soggetti (ad esempio rappresentante fiscale o soggetto depositario delle scritture contabili) dovrà essere allegato anche il modello intercalare P compilato ai riquadri 1, 2 e 7


Varie

Domanda: Devo iscrivere una società cooperativa al registro delle imprese e contestualmente all’Albo Nazionale delle società cooperative. Come mi devo comportare in questo caso?

Alla modulistica del registro delle imprese deve essere aggiunto il modello C17, allegandolo dal Riepilogo della pratica. Deve, comunque, seguire la stessa procedura già osservata per la presentazione delle altre iscrizioni di società inviate con la Comunicazione Unica ed attenersi alle istruzioni per la compilazione della modulistica Albo Cooperative (si rimanda alla relativa scheda sul sito delle Camera di Commercio I.A.A. di Prato http://www.po.camcom.it/servizi/rimprese/pratiche/coopalbo.php).

Domanda: Devo trasferire la sede della mia impresa in un'altra provincia. E' necessario chiedere la cancellazione al registro imprese della vecchia provincia prima di chiedere l'iscrizione nella nuova?

Quando un'impresa individuale o una società trasferiscono la sede in altra provincia occorre effettuare un solo adempimento presso la Camera di Commercio di destinazione. Per le società la competenza è del notaio, mentre per le imprese individuali è richiesto il modello di modifica (I2) compilando il riquadro 5 con l'indicazione del nuovo indirizzo della sede e il riquadro 29 nel quale deve essere dichiarato:

•  se continua l'attività presso l'indirizzo della "vecchia" sede (in caso di risposta affermativa è necessario presentare l'apertura di una UL alla camera di commercio della provincia di provenienza)

•  se l'attività nella provincia di provenienza cessa completamente (nel caso in cui cessi completamente e siano presenti una o più unità locali occorrerà presentare il modello o i modelli UL di cessazione alla camera di Commercio di provenienza).

Attenzione: se l'impresa presso la nuova sede svolge l'attività dovrà essere compilato anche il riquadro 7 del mod. I2 per le imprese individuali oppure il modello S5 per la società altrimenti l'impresa sarà iscritta nella nuova provincia come inattiva.

Domanda: Devo presentare due trasferimenti di quote relativi alla stessa società. Il secondo trasferimento è stato fatto a pochi giorni di distanza dal primo. Posso presentarli insieme?

Le variazioni relative alle quote sociali di società a responsabilità limitata devono essere inviate in ordine cronologico, in quanto gli elenchi soci vengono ordinati e visualizzati in ordine di protocollo e non in base alla data dell'atto. Si consiglia, in casi di più variazioni di quote sociali, di inviare il primo trasferimento quote, aspettare la ricevuta di protocollo e successivamente inviare il secondo.

Domanda: Facendo una visura della mia società mi sono reso conto che c'è un errore nell'elenco soci. Come posso fare per correggerlo?

Occorre risalire all'origine dell'errore e quindi presentare un modello S a rettifica dell'elenco soci non corretto. Se, successivamente all'elenco dei soci da rettificare ci sono state altre variazioni di quote (ad esempio trasferimenti per compravendita, successione, ecc...) occorre presentare un modello S per rettificare l'elenco non corretto e una seconda pratica con un nuovo modello S per riportare la situazione aggiornata che tenga conto delle successive modifiche.

Domanda: Devo inviare la cancellazione di un'impresa quale adempimento comunica devo scegliere?

In caso di cancellazione dell'impresa, vale a dire cancellazione dal Registro delle Imprese, deve essere selezionato l'ultimo adempimento dell'elenco (cancellazione). A volte viene erroneamente selezionato l'adempimento "cessazione". Ma, in questo caso, cessazione significa la cessazione totale dell'attività quindi l'impresa risulterà inattiva ma ancora iscritta al Registro delle Imprese. Invece, con la richiesta di cancellazione si intende la cancellazione dal Registro delle Imprese con conseguente estinzione dell'impresa.

Domanda: Sto inviando una pratica di iscrizione di impresa individuale L'imprenditore firmerà con la sua smart card ma si tratta di un cittadino extracomunitario devo comunque allegare copia del permesso di soggiorno?

Si, deve allegare copia del permesso di soggiorno (rilasciato per motivi di lavoro autonomo o lavoro subordinato o per motivi di famiglia). Il permesso di soggiorno in questo caso non è richiesto come documento di riconoscimento (per le pratiche con la firma digitale infatti il documento di riconoscimento non deve essere allegato), bensì in quanto previsto dalla normativa sull'immigrazione.

Domanda: Chi posso contattare per avere informazioni su Comunica ?

Per qualsiasi informazioni relativa alla compilazione delle pratiche del Registro delle imprese tramite il modello ComUnica, contattare i seguenti numeri di telefono: 0574/612.724 - 0574/612.845 oppure recarsi personalmente allo sportello Ufficio informazioni e procedure Amministrative, presso la sede della Camera di Commercio, via del Romito 71 - Prato (orario di apertura al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 12,30, il lunedì e il giovedì anche dalle 14,30 alle 15,40, il sabato rimane chiuso) oppure scrivere una mail a: registro.imprese@po.camcom.it

Per le questioni inerenti l'utilizzo delle procedure informatiche (compatibilità dei programmi informatici, scarico della modulistica, errori degli applicativi, ecc...) contattare il seguente numero di telefono: 199.50.20.10 (InfoCamere).

Per assistenza nella compilazione delle denunce INPS e INAIL è disponibile il numero 803 164.

Per informazioni riguardanti l'Agenzia delle Entrate è disponibile il numero 848 800 444.


ERRORI PIÙ FREQUENTI

  • Errata indicazione dell’adempimento nell’oggetto della distinta della comunicazione unica:Inesatta indicazione tra l’adempimento “Nuova Impresa con immediato inizio attività” e“Costituzione nuova impresa senza immediato inizio attività economica”, nell’ultimo caso l’impresa si iscrive inattiva mentre nel primo caso si iscrive attiva. In caso di cancellazione dal registro delle imprese viene selezionato l’adempimento“cessazione” invece di “cancellazione dell’impresa dal registro imprese”. L’adempimento“cessazione” va selezionato in caso di cessazione totale dell’attività.
  • Errore nella compilazione del quadro 4, Estremi del dichiarante: Il nominativo indicato in tale riquadro è diverso da colui che appone la firma digitale sulla distinta della comunicazione unica.
  • Errata indicazione del codice di identificazione della pratica nel modello della Procura Speciale: In caso di rinvio di una pratica Comunica presentata da un delegato secondo il modello della Procura Speciale approvata dal Ministero dello Sviluppo Economico con circolare n. 3616/C, deve essere inserito il nuovo codice univoco di identificazione della pratica fedra di regolarizzazione.
  • Indicazione errata della data di costituzione dell’impresa individuale: Nel caso di iscrizione di impresa individuale inattiva si deve indicare come data costituzione la data di invio e non una data diversa.
  • Omessa compilazione del quadro AC: In caso di iscrizione di impresa con contestuale attività I1, S5, o in caso di modifica o cessazione attività, inserire in riquadro AC. Il riquadro va usato dal titolare dell’impresa per l’iscrizione alla gestione esercenti attività commerciali istituita presso l’INPS. Questo riquadro deve essere utilizzato per richiedere la prima iscrizione del titolare e/o di un coadiutore (familiare o affine entro il terzo grado che svolge la propria attività lavorativa con i requisiti di abitualità e prevalenza) nella gestione degli esercenti attività commerciali.
    La compilazione del riquadro fornisce all’INPS le informazioni necessarie per l’accertamento dei requisiti in possesso del dichiarante che determinano l’obbligo di iscrizione ai sensi della legge n. 662/96. NOTA BENE: il riquadro AC deve essere compilato anche nei casi in cui non sia richiesta l’iscrizione alla gestione previdenziale dei commercianti indicando il motivo di Non Iscrizione.
  • Mancanza del quadro note nella distinta del registro imprese in caso di presentazione da parte del professionista incaricato: Nel caso di presentazione della pratica da parte di un professionista incaricato, di cui al d.lgs. 139/2005, è necessario aggiungere il modulo delle note dove il professionista dichiara che ha ricevuto l'incarico di presentare la pratica dalla società e gli estremi di iscrizione dell' albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili secondo il D.lgs.139/2005.
  • Agenzia delle entrate: invio denunce non in ordine cronologico: L’agenzia delle Entrate accetta esclusivamente le denunce in ordine cronologico. Per cui, le dichiarazioni mod. AA7 o AA9 per uno stesso contribuente IVA devono essere trasmesse nell'ordine relativamente alla data di variazione, indipendentemente dal canale di trasmissione utilizzato.
  • Inail: invio pratica con indicazione della data diversa dalla data di invio: Nella modulistica dei modelli Inail la data effetto deve essere la stessa della data inizio attività: nei casi di iscrizione di impresa individuale attiva e nei casi di società con contestuale attivazione la data di inizio attività deve corrispondere alla data invio.

Ufficio Registro delle Imprese

Per informazioni:


Tel. 0574/612845 - fax 0574/612787
Indirizzo: via del Romito 71 - 59100 PRATO

email: registro.imprese@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-Venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e Giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Aggiornamenti

11-11-2019
E' possibile pagare il diritto annuale 2019 con il ravvedimento

02-10-2019
Cancellazione d'ufficio dal Registro delle Imprese degli indirizzi di posta elettronica certificata (PEC) irregolari

25-09-2019
10 ottobre: convocazione esame per Agenti Immobiliari

18-09-2019
Aggiornata pagina "Modulistica abilitazioni"

10-09-2019
Aggiornata la guida al versamento del diritto annuale

09-07-2019
Diritto annuale: proroga per imprese soggette agli I.S.A.

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ŕ anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):