Sostegni alle imprese

Sezione promozione
Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2018
Home > Sostegni alle imprese > Contributi a favore delle reti di impresa operanti nel settore del turismo
Argomenti

Passa a...

Contributi a favore delle reti di impresa operanti nel settore del turismo


Beneficiari

Possono beneficiare dell'intervento finanziario unicamente le imprese aderenti all'aggregazione che, al momento della presentazione della domanda, risultino come di seguito dettagliato:

  • raggruppamenti di piccole e micro imprese con forma giuridica di "contratto di rete"
  • raggruppamenti di piccole e micro imprese che potranno assumere la forma giuridica di A.T.I (Associazioni Temporanee di Imprese costituite o ancora da costituire), Consorzi e società consortili costituiti anche in forma cooperativa

Le aggregazioni non ancora costituite dovranno presentare idonea documentazione con la quale manifestano l'impegno a costituirsi formalmente, nelle fattispecie previste sopra, entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del bando a pena di esclusione.

Alla data di presentazione della domanda, tutte le imprese dell'aggregazione che partecipano per beneficiare del contributo devono possedere i seguenti requisiti di ammissibilità:

  • appartenenza alla categoria delle micro, piccole imprese con riferimento alla Raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003;
  • avere sede operativa in Italia;
  • essere iscritte al registro delle imprese (REA) al momento della presentazione della domanda di contributo;
  • essere in attività al momento della presentazione della domanda;
  • non trovarsi in stato di difficoltà ai sensi degli orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione di imprese in difficoltà e, in particolare, non trovarsi in stato di fallimento, non essere sottoposte a procedure di liquidazione (anche volontaria), concordato preventivo, amministrazione controllata o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • avere effettuato regolarmente i versamenti relativi ai contributi previdenziali obbligatori previsti dalla normativa vigente;
  • rispettare le norme dell'ordinamento giuridico italiano in materia di prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro e delle malattie professionali, della sicurezza sui luoghi di lavoro, dei contratti collettivi di lavoro;
  • rispettare la normativa per gli aiuti "de minimis" secondo quanto previsto dal bando;
  • non rientrare tra coloro che hanno ricevuto e successivamente non rimborsato o non depositato in un conto bloccato aiuti che lo Stato è tenuto a recuperare in esecuzione di una decisione di recupero adottata dalla Commissione Europea;
  • risultare autonome tra di loro ai sensi della disciplina comunitaria e nel rispetto della definizione di MPI. Non sono pertanto ammissibili nella stessa aggregazione le imprese che risultino tra di loro associate o controllate ai sensi dell'art. 2359 Cod. civ. - Società controllate e società collegate.

Alla data di presentazione della domanda, le aggregazioni, devono possedere i seguenti requisiti di ammissibilità:

  • coerenza dell'oggetto sociale/finalità dell'aggregazione con gli obiettivi del bando;
  • partecipazione all'aggregazione di un numero minimo di 10 piccole e micro imprese;
  • almeno l'80% delle imprese partecipanti alla rete devono essere imprese turistiche ovvero avere il codice primario ATECO 2007 (pubblicato sul sito www.istat.it) adottato dall'Agenzia delle Entrate con provvedimento del 16 novembre 2007 (gruppo lett. I , nonché agenzie di viaggio e società trasporto persone).

Iniziative ammissibili

Il presente bando è finalizzato a promuovere e sostenere i processi di integrazione tra le imprese turistiche attraverso lo strumento delle reti di impresa, con l'obiettivo di supportare i processi di riorganizzazione della filiera turistica, migliorare la specializzazione e la qualificazione del comparto e incoraggiare gli investimenti per accrescere la capacità competitiva e innovativa dell'imprenditorialità turistica nazionale, in particolare sui mercati esteri.

In particolare, i progetti dovranno prevedere una o più delle seguenti attività:

  • iniziative volte alla riduzione dei costi delle imprese facenti parte della rete attraverso: la messa a sistema degli strumenti informativi di amministrazione, di gestione e di prenotazione dei servizi turistici, la creazione di piattaforme per acquisti collettivi di beni e servizi;
  • iniziative che migliorino la conoscenza del territorio a fini turistici con particolare riferimento a sistemi di promo-commercializzazione on line;
  • implementazione di iniziative di promo-commercializzazione che utilizzino le nuove tecnologie e, in particolare, i nuovi strumenti di social marketing;
  • sviluppo di iniziative e strumenti di promo-commercializzazione condivise fra le aziende della rete finalizzate alla creazione di pacchetti turistici innovati;
  • promozione delle imprese sui mercati esteri attraverso la partecipazione a fiere e la creazione di materiali promozionali comuni.

Il programma comune della rete di imprese dovrà essere coerente con il progetto presentato.
Le Regioni, ove hanno sede le imprese partecipanti alla rete, verificano la compatibilità dei progetti presentati con le linee di politica turistica regionale.

I progetti dovranno essere conclusi entro quindici mesi dall'accettazione del documento di notifica di ammissione al contributo.


Spese ammissibili

Saranno dichiarate ammissibili le spese sostenute a decorrere dalla data di pubblicazione del bando sul sito www.beniculturali.it/turismo, e pari avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, e sostenute entro e non oltre 15 mesi dall'accettazione del documento di notifica di ammissione al contributo, salvo eventuali proroghe concesse, e riconducibili a una o più delle seguenti tipologie:

  • i costi funzionali alla costituzione della rete di imprese, quali quelli riferiti alla presentazione di fidejussioni, spese notarili e di registrazione, nella misura massima del 5% del contributo richiesto;
  • costi per tecnologie e strumentazioni hardware e software funzionali al progetto di aggregazione;
  • costi di consulenza e assistenza tecnico-specialistica prestate da soggetti esterni alla aggregazione per la redazione del programma di rete e sviluppo del progetto nella misura massima del 10% del contributo;
  • costi per la promozione integrata sul territorio nazionale e per la promozione unitaria sui mercati internazionali, in particolare attraverso le attività di promozione dell'ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo;
  • costi per la comunicazione e la pubblicità riferiti alle attività del progetto;
  • costi per la formazione dei titolari d'azienda e del personale dipendente impiegato nelle attività di progetto, nella misura massima del 15% del contributo.

    I costi ammissibili si intendono al netto di IVA, bolli, oneri bancari e ogni altra imposta e/o onere accessorio.

Sono, in ogni caso, escluse spese quali quelle:

  • amministrative e di gestione o comunque per servizi continuativi, periodici o connessi alle normali spese di funzionamento dei soggetti beneficiari;
  • per adeguamento ad obblighi di legge;
  • di manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • per forniture e consulenze fatturate tra i soggetti appartenenti alla medesima aggregazione, ivi compresi soci e amministratori;
  • per l'acquisto di beni usati;
  • i cui pagamenti sono effettuati tramite compensazione di qualsiasi genere tra beneficiario e fornitore;
  • qualsiasi forma di autofatturazione;
  • pagate in contanti ovvero con modalità che non consentano la tracciabilità dei pagamenti.

Tipologia ed intensità delle agevolazioni

L'importo concedibile è fissato in euro 200.000,00 per ciascun progetto di rete.
Sono ammissibili proposte progettuali
che prevedano spese complessivamente non inferiori a euro 400.000,00.

ll finanziamento sarà concesso a fondo perduto nel rispetto del regime degli aiuti "de minimis", secondo il quale ciascuna impresa può ottenere aiuti complessivamente non superiori a euro 200.000,00 nell'arco di tre esercizi finanziari (esercizio finanziario in corso e due precedenti).


Erogazione dei contributi

L'impresa capofila è l'assegnataria del contributo attribuito all'aggregazione per la realizzazione del progetto che verrà versato sul conto corrente bancario dalla stessa indicato nella restituzione controfirmata del documento di notifica di ammissione a contributo. È a cura dell'impresa capofila la ripartizione del contributo pubblico alle altre imprese componenti la rete.

L'erogazione del finanziamento avverrà secondo le seguenti modalità:

  • 40% a titolo di anticipazione, successivamente alla restituzione controfirmata della notifica di ammissione a contributo e dietro presentazione di idonea garanzia fidejussoria;
  • 40% a stato di avanzamento corrispondente al 70% del progetto in coerenza con il cronoprogramma previsto;
  • 20% a saldo, previa rendicontazione finale e dietro presentazione della documentazione relativa alla spesa effettivamente sostenuta.

La domanda di agevolazione

La domanda, unitamente agli allegati e a tutta la documentazione, deve essere presentata dal capofila o legale rappresentante entro e non oltre il 9 maggio 2014 a pena di esclusione. I modelli di domanda e i relativi allegati sono scaricabili dal sito web istituzionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (www.beniculturali.it/turismo).

La domanda e i relativi allegati, nonché tutta la documentazione, deve essere trasmessa esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - turismo@mailcert.beniculturali.it e dovrà recare come oggetto: "Domanda per la concessione di contributi a favore delle reti d'impresa operanti nel settore del turismo".
La domanda e i relativi allegati dovranno recare apposita firma digitale o altro tipo di firma elettronica qualificata.

Ai fini della presentazione fa fede la data di spedizione della domanda tramite PEC. L'istruttoria avverrà, pertanto, secondo l'ordine cronologico di spedizione.

Per ulteriori informazioni e scaricare la documentazione consultare il sito del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo.


Ufficio Studi, Statistica e Servizi alle Imprese

Per informazioni:

via del Romito 71
tel. 0574/612763
fax 0574/612834

email: studi@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

Bando del 3 febbraio 2014 (pubblicato il 7/2/2014)

Aggiornamenti

19-09-2019
Contributi a favore di imprese/soggetti REA per la realizzazione di percorsi formativi e/o di stage per l’orientamento al lavoro e alle professioni

19-04-2019
Aggiornata pagina "Servizio nuove imprese"

08-04-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B - Anno 2019

22-03-2019
Contributi per realizzazione percorsi per competenze trasversali e l'orientamento (ex alternanza scuola-lavoro)

20-03-2019
Bando Inail ISI 2018 - Finanziamenti per salute e sicurezza sul lavoro

05-03-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B Anno 2018 - Pubblicata graduatoria imprese ammesse

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):