Sostegni alle imprese

Sezione promozione
Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2018
Home > Sostegni alle imprese > Finanziamento agevolato dei crediti all'esportazione
Argomenti

Passa a...

Finanziamento agevolato dei crediti all'esportazione



Tipologia di agevolazione

E' uno strumento finalizzato a promuovere le esportazioni, consentendo alle imprese italiane di offrire alla controparte estera dilazioni di pagamento a condizioni competitive.
L'intervento è nella forma del contributo agli interessi su finanziamenti concessi da banche italiane o estere.
Nel caso di credito fornitore (la dilazione è concessa alla controparte estera direttamente dall'impresa italiana esportatrice), il finanziamento del credito all'esportazione è costituito dallo smobilizzo di titoli, normalmente effettuato da un forfaiter, e l'intervento agevolativo è volto a coprire la differenza tra il valore attuale dei titoli al tasso agevolato e il valore del credito scontato a un tasso ritenuto congruo dalla SIMEST.
Nel caso di credito finanziario (il credito concesso all'acquirente/committente estero per il regolamento di esportazioni italiane è intermediato da soggetti finanziari), la SIMEST effettua un intervento cosiddetto di stabilizzazione nei confronti della banca finanziatrice, assicurando, nel corso del finanziamento, la copertura dell'eventuale differenza tra il costo della raccolta a breve e il tasso agevolato posto a carico del beneficiario del finanziamento.


Beneficiari

Tutte le imprese italiane. Sono agevolabili le esportazioni concernenti forniture di macchinari e impianti, studi, progettazioni, lavori e servizi, mentre sono escluse le esportazioni di beni di consumo (durevoli e non durevoli) e semilavorati o beni intermedi non destinati in via esclusiva ad essere integrati in beni di investimento senza limitazioni verso tutti i paesi.


Limiti

L'importo agevolabile copre al massimo l' 85% dell'importo della fornitura; una quota pari ad almeno il 15% deve essere pagata dall'acquirente per contanti.
Eventuali esborsi all'estero devono essere contenuti nei limiti della quota contanti: in caso di eccedenza, l'importo del finanziamento ammissibile all'agevolazione è limitato al 100% del valore dei beni e servizi di origine italiana.
Se inclusi nell'importo della fornitura, sono assimilati a merce di origine italiana:

  • i compensi di mediazione o agenzia, nella misura massima del 5% della fornitura;
  • i compensi corrisposti a società di commercializzazione in relazione a operazioni di contro acquisto, nella misura massima del 5% della fornitura;
  • le subforniture di merci e servizi di origine comunitaria, nei limiti previsti dalla normativa UE (si veda a questo proposito la circolare SIMEST).

La durata del finanziamento è uguale o superiore a 24 mesi dal "punto di partenza del credito" (spedizione/consegna o, nel caso di impianti "chiavi in mano", collaudo preliminare).
La durata massima è determinata in base agli accordi internazionali (Consensus), in relazione alla categoria del paese ed alle tipologie di operazioni.


Procedura e tempi

La richiesta è presentata dalla banca italiana o estera. Limitatamente alle operazioni di smobilizzo a tasso fisso (sconto) sul mercato estero, la richiesta può essere presentata direttamente dall'esportatore.
La richiesta deve essere formulata sul modulo di domanda (o in conformità ad esso) e corredata della documentazione in esso elencata.
A seguito della presentazione della domanda, la SIMEST comunica il numero di posizione assegnato all'operazione ed il nome del responsabile della struttura organizzativa competente per l'istruttoria.
Conclusa l'istruttoria, e comunque entro 90 giorni dalla data della domanda completa della documentazione necessaria, la domanda viene presentata al Comitato per l'approvazione.
Con la lettera di ammissione all'agevolazione, la SIMEST comunica anche il responsabile della struttura organizzativa competente per l'erogazione del contributo. Per le operazioni di finanziamento e per gli smobilizzi con ricorso a raccolta dei fondi a tasso variabile, la SIMEST invia inoltre due copie del Capitolato per la corresponsione del contributo interessi. Una copia deve essere restituita firmata alla SIMEST.

Fonte Ufficiale: Simest


Ufficio Internazionalizzazione

Per informazioni:

via del Romito 71
tel. 0574/612830
fax 0574/612834

email: internazionalizzazione@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì—venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

D.Lgs. n. 143 31/03/1998

Aggiornamenti

19-09-2019
Contributi a favore di imprese/soggetti REA per la realizzazione di percorsi formativi e/o di stage per l’orientamento al lavoro e alle professioni

19-04-2019
Aggiornata pagina "Servizio nuove imprese"

08-04-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B - Anno 2019

22-03-2019
Contributi per realizzazione percorsi per competenze trasversali e l'orientamento (ex alternanza scuola-lavoro)

20-03-2019
Bando Inail ISI 2018 - Finanziamenti per salute e sicurezza sul lavoro

05-03-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B Anno 2018 - Pubblicata graduatoria imprese ammesse

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):