Sostegni alle imprese

Sezione promozione
Ultimo aggiornamento: 04 Luglio 2017
Home > Sostegni alle imprese > Progetti di efficientamento energetico dei processi produttivi
Argomenti

Passa a...

Progetti di efficientamento energetico dei processi produttivi

bando scaduto

Beneficiari

Possono presentare domanda, in forma singola, le Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) e le Grandi Imprese (GI). Ciascuna impresa potrà presentare al massimo 3 domande. Ciascuna domanda potrà riguardare solo una sede operativa/unità locale esistente destinataria dell'intervento avente sede nel territorio regionale. Sono ammessi gli interventi realizzati in immobili e/o unità locali nella disponibilità dell'impresa richiedente secondo le forme dell'ordinamento giuridico vigente e in cui si svolge l'attività economica.

Le imprese che potranno presentare domanda devono esercitare un'attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici ATECO ISTAT 2007 afferenti i due seguenti raggruppamenti di settori: industria, artigianato, cooperazione e altri settori - turismo, commercio e cultura, con le esclusioni indicate nel bando:

B - Estrazione di minerali da cave e miniere;
C - Attività manifatturiere;
D - Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;
E - Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;
F - Costruzioni;
G - Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli, ad esclusione delle categorie 45.11.02, 45.19.02, 45.31.02, 45.40.12 e 45.40.22 e del gruppo 46.1;
H - Trasporto e magazzinaggio;
I - Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione;
J - Servizi di informazione e comunicazione;
M - Attività professionali, scientifiche e tecniche;
N - Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese;
P - Istruzione, limitatamente alla classe 85.52;
Q - Sanità e assistenza sociale, ad esclusione del gruppo 86.1;
R - Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento;
S - Altre attività di servizi, ad esclusione della divisione 94;

La domanda può essere presentata sia dal proprietario dell'immobile che dal soggetto che gestisce l'attività economica (es. affittuario) fermo restando che il soggetto richiedente deve rispettare i requisiti di ammissibilità previsti dal bando.
Nel caso in cui il richiedente non sia il proprietario dell'immobile oggetto dell'intervento, è necessaria una dichiarazione sostitutiva di atto notorio di quest'ultimo attestante l'autorizzazione alla realizzazione degli interventi oggetto di domanda e l'assunzione dell'impegno di garantire la stabilità delle operazioni di cui all'art.71 del Regolamento CE 1303/2013.

Il progetto deve essere interamente realizzato in Toscana, come dovrà risultare dai documenti di spesa presentati in sede di rendicontazione.


Iniziative ammissibili

Con il presente bando la Regione Toscana intende agevolare la promozione di progetti di investimento riguardanti l'efficientamento energetico dei processi produttivi delle imprese.

Gli interventi ammissibili riguardano in particolare operazioni per il risparmio, la riduzione, la stabilizzazione della crescita dei consumi energetici e per la razionalizzazione degli usi finali delle imprese. Gli interventi attivabili riguarderanno le seguenti tipologie:

  • Recupero calore di processo da forni, cogenerazioni, ecc;
  • Coibentazioni compatibili con i processi produttivi;
  • Modifiche impianti produttivi con interventi molto specifici di riduzione dei consumi energetici;
  • Automazione e regolazione degli impianti di produzione;
  • Movimentazione elettrica, motori elettrici;
  • Accumulo, riciclo e recupero acqua di processo;
  • Accumulo, recupero acqua per teleriscaldamento;
  • Rifasamento elettrico

Sono ammissibili solo progetti il cui inizio lavori è successivo alla presentazione della domanda.

Le domande devono prevedere un progetto, composto da uno o più interventi sopracitati, che consegue una quota di risparmio energetico rispetto ai consumi di energia primaria ante intervento (da valutarsi come media dei consumi degli ultimi 3 anni dalla data di presentazione della domanda) maggiore o uguale al 20%.

Le domande devono prevedere interventi che vanno oltre i requisiti minimi stabiliti nelle seguenti Direttive, laddove applicabili:
- DIRETTIVA 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili
- DIRETTIVA 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell'edilizia
- DIRETTIVA 2012/27/UE sull'efficienza energetica.
Il superamento dei requisiti minimi deve essere adeguatamente comprovato e illustrato nella relazione tecnica del progetto da allegare alla domanda.


Spese ammissibili

Sono ammissibili esclusivamente le seguenti voci di costo al netto dell'IVA:

  • spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto;
  • spese per opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione del progetto.

Per il dettaglio delle spese consultare l'Allegato G del bando "Spese ammissibili, non ammissibili e rendicontazione".


Tipologia ed intensità delle agevolazioni

Ai sensi della L.R. n. 35/2000, gli aiuti per la realizzazione dei progetti di investimento sono concessi nella forma di contributo in conto capitale.

L'intensità massima di aiuto rispetto al costo ammissibile, per dimensione di impresa, è il seguente:

Micro-Piccola Impresa 40%
Media Impresa 30%
Grande Impresa 20%


Ai sensi del Regolamento UE della Commissione del 18 dicembre 2013, n. 1407 "de minimis" l'importo massimo del contributo che un'impresa autonoma o impresa unica può ricevere nell'ambito del regime de minimis è pari a € 200.000,00, su un periodo di tre esercizi finanziari (l'esercizio finanziario entro il quale il contributo viene concesso e i due esercizi finanziari precedenti) e a € 100.000,00 per impresa autonoma o impresa unica che opera nel settore trasporto di merci su strada per conto terzi.


Erogazione dei contributi

L'erogazione dell'aiuto avviene su istanza del beneficiario, inoltrata a Sviluppo Toscana, a titolo di anticipo, di stato avanzamento lavori e a titolo di saldo.

E' facoltà dei beneficiari richiedere un anticipo pari al 60% del contributo totale del progetto. L'anticipo è subordinato alla presentazione contestuale di una garanzia fideiussoria. Tale garanzia deve coprire capitale, interessi e interessi di mora, ove previsti, oltre alle spese della procedura di recupero, e coprire un arco temporale di un ulteriore semestre rispetto al termine previsto per la conclusione delle verifiche.

Primo periodo di rendicontazione e domanda a titolo di stato di avanzamento (obbligatoria)
Il primo periodo di rendicontazione si conclude entro 12 mesi decorrenti dalla data di pubblicazione sul Burt del provvedimento amministrativo di concessione dell'aiuto, indipendentemente dalla data di avvio del progetto. Entro 45 giorni dalla conclusione di tale primo periodo il beneficiario deve rendicontare almeno il 30% dell'investimento ammesso. Nel caso in cui non sia stata presentata la domanda di anticipo, il beneficiario presenta, contestualmente alla rendicontazione, la domanda di pagamento a titolo di stato avanzamento lavori, nella misura di almeno il 30% del contributo concesso a titolo di aiuto non rimborsabile.

Domanda a saldo (obbligatoria)
Il secondo ed ultimo periodo di rendicontazione si conclude entro 24 mesi dalla data di pubblicazione sul Burt del provvedimento amministrativo di concessione dell'aiuto, indipendentemente dalla data di avvio del progetto, salvo proroghe. Entro 45 giorni dalla conclusione del secondo periodo di rendicontazione il beneficiario deve rendicontare la parte residua dell'investimento ammesso e presentare la domanda di pagamento a titolo di saldo.


La domanda di agevolazione

La domanda di aiuto deve essere redatta esclusivamente on-line accedendo al sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A. al sito Internet https://sviluppo.toscana.it/bandoenergia2 e si considera presentata solo ed esclusivamente se inoltrata per via telematica sul sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A., a partire dalle ore 9.00 del 12 gennaio 2015 e fino alle ore 17.00 del 14 marzo 2015, secondo le modalità descritte nell'Allegato C del bando. Le credenziali di accesso al sistema informatico verranno rilasciate dalle ore 9.00 del primo giorno di apertura del bando e sino alle ore 12.00 del giorno precedente la data di scadenza per la presentazione della domanda di aiuto.

Gli indirizzi di posta elettronica per eventuali informazioni inerenti i contenuti del bando sono i seguenti:
bandoenergia2@regione.toscana.it e bandoenergia2@sviluppo.toscana.it
Si precisa che per il supporto alla compilazione e per le problematiche di tipo tecnico l'indirizzo di posta elettronica è supportobandoenergia2@sviluppo.toscana.it, sarà inoltre attiva una chat on-line dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 all e ore 17.00.


Ufficio Studi, Statistica e Servizi alle Imprese

Per informazioni:

via del Romito 71
tel. 0574/612763
fax 0574/612834

email: studi@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

Decreto dirigenziale 5731 05/12/2014 (BURT n. 49 del 10/12/2014)   

Aggiornamenti

19-09-2019
Contributi a favore di imprese/soggetti REA per la realizzazione di percorsi formativi e/o di stage per l’orientamento al lavoro e alle professioni

19-04-2019
Aggiornata pagina "Servizio nuove imprese"

08-04-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B - Anno 2019

22-03-2019
Contributi per realizzazione percorsi per competenze trasversali e l'orientamento (ex alternanza scuola-lavoro)

20-03-2019
Bando Inail ISI 2018 - Finanziamenti per salute e sicurezza sul lavoro

05-03-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B Anno 2018 - Pubblicata graduatoria imprese ammesse

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):