Sostegni alle imprese

Sezione promozione
Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2019
Home > Sostegni alle imprese > Contributi per investimenti nel settore dell'autotrasporto
Argomenti

Passa a...

Contributi per investimenti nel settore dell'autotrasporto

bando scaduto

Beneficiari

Possono proporre domanda le imprese di autotrasporto nonchè le strutture societarie, risultanti dall'aggregazione di dette imprese, costituite a norma del libro V, titolo VI, capo I, o del libro V, titolo X, capo II, sezioni II e II-bis del codice civile ed iscritte al Registro Elettronico Nazionale istituito dal Regolamento (CE) n. 1071/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009 ovvero, relativamente alle imprese che esercitano esclusivamente con veicoli di massa complessiva fino a 1,5 tonnellate, all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi.
Le imprese di autotrasporto di merci devono essere attive sul territorio italiano.


Iniziative ammissibili e intensità delle agevolazioni

I contributi possono essere concessi per i seguenti investimenti e iniziative imprenditoriali:

  1. Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico da 3,5 a 7 tonnellate a trazione alternativa a gas naturale o biometano. L'importo del contributo è pari ad € 2.400, calcolato nella misura di circa il 40% del valore del sovra-costo rispetto alla produzione di veicoli ad alimentazione diesel;
  2. Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 16 tonnellate a trazione alternativa a gas naturale o biometano. L'importo del contributo è pari ad € 9.200, calcolato nella misura di circa il 40% del valore del sovra-costo rispetto alla produzione di veicoli ad alimentazione diesel;
  3. Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO. L'intensità di aiuto è determinata al 20% dell'intero costo di acquisizione, con tetto massimo del contributo pari a € 4.500. Tale contributo è aumentato al 25% del costo, con tetto massimo pari a € 6.000, ove ricorra almeno uno dei seguenti casi:
    - il nuovo mezzo sia dotato di pneumatici di classe C3 con coefficiente di resistenza al rotolamento inferiore a 0,8 Kg/g (classe di efficienza energetica da A a E di rolling resistance), dotati di Tyre Pressure Monitoring System;
    - contestualmente all'acquisizione vi sia radiazione di un rimorchio o semirimorchio con più di 10 anni di età. La radiazione dovrà essere di data successiva rispetto alla pubblicazione del decreto nella Gazzetta ufficiale.

I beni di cui sopra non possono essere alienati e devono rimanere nella disponibilità del beneficiario fino al 31 dicembre 2017.

Le intensità di aiuto sono maggiorate, ove gli interessati ne facciano espressa richiesta nella domanda, del 10% in caso di piccole e medie imprese.

Gli investimenti sono finanziabili purchè avviati a partire dalla data di pubblicazione del decreto e conclusi entro il 31 maggio 2015.

L'importo massimo ammissibile per singola impresa non può superare euro 500.000.


Erogazione dei contributi

Con decreto dirigenziale è nominata la Commissione per l'istruttoria delle domande presentate, nell'ambito del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che valuta le istanze in ragione della corrispondenza degli investimenti effettuati con i requisiti previsti dal decreto ministeriale e le inserisce in apposito elenco in funzione della data di trasmissione delle domande.
I contributi sono erogabili fino ad esaurimento delle risorse disponibili.


La domanda di agevolazione

Le domande devono essere redatte utilizzando esclusivamente il modulo allegato al decreto, e devono essere presentate, esclusivamente ad avvenuto avvio dell'investimento, entro il 30 novembre 2014, al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Dipartimento dei trasporti terrestri - Direzione generale per il trasporto stradale e per l'intermodalità, via Giuseppe Caraci n. 36 - 00157 Roma, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, ovvero mediante consegna a mano, presso la Direzione generale medesima. In tale ultima ipotesi, l'ufficio di segreteria della Direzione generale rilascerà ricevuta comprovante l'avvenuta consegna.

Ogni impresa, anche se associata ad un consorzio o a una cooperativa, può presentare una sola domanda di contributo.

Per ulteriori informazioni e scaricare la modulistica consultare il sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.


Ufficio Studi, Statistica e Servizi alle Imprese

Per informazioni:

via del Romito 71
tel. 0574/612763
fax 0574/612834

email: studi@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

D.M. 03/07/2014 n. 307
(GURI n. 218 19/09/2014)
Freccia Circolare esplicativa 22/09/2014 Prot. n. 18358

Aggiornamenti

19-09-2019
Contributi a favore di imprese/soggetti REA per la realizzazione di percorsi formativi e/o di stage per l’orientamento al lavoro e alle professioni

19-04-2019
Aggiornata pagina "Servizio nuove imprese"

08-04-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B - Anno 2019

22-03-2019
Contributi per realizzazione percorsi per competenze trasversali e l'orientamento (ex alternanza scuola-lavoro)

20-03-2019
Bando Inail ISI 2018 - Finanziamenti per salute e sicurezza sul lavoro

05-03-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B Anno 2018 - Pubblicata graduatoria imprese ammesse

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):