Servizi al consumatore

Sezione servizi al consumatore
Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2018
Home > Servizi al consumatore > Obblighi informativi sui consumi di carburante e sulle emissioni di CO2
Argomenti

Passa a...

Obblighi informativi sui consumi di carburante e sulle emissioni di CO2

Nel quadro delle iniziative adottate in attuazione del Protocollo di Kyoto del 1997, già con la Direttiva 1999/94/CE l'Unione Europea introdusse alcuni obblighi d'informazione al consumatore sul risparmio di carburante e sulle emissioni di CO2 (biossido di carbonio, detto anche anidride carbonica).
L'Italia ha recepito tale direttiva con il D.P.R. n. 84 del 17 febbraio 2003, stabilendo una serie di adempimenti a carico dei costruttori e dei rivenditori di automobili.


Ambito di applicazione
Il D.P.R. n. 84/2003 si applica esclusivamente alle autovetture nuove.
Per "autovettura" s'intendono i veicoli a motore della categoria M1 (ossia veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente), con espressa esclusione dei veicoli a due o tre ruote e dei veicoli speciali.
E' considerata "nuova" un'autovettura che non sia stata precedentemente venduta, se non a fini di rivendita al dettaglio o di distribuzione.

Obblighi degli operatori

Il responsabile del punto vendita, ovvero di qualsiasi struttura, sala d'esposizione, spazio all'aperto, in cui le autovetture nuove siano esposte od offerte per la vendita o in leasing ai potenziali clienti (ivi incluse le fiere in cui le autovetture nuove siano presentate al pubblico), è tenuto:

  • ad apporre in modo visibile su ciascun modello di autovettura esposto, o affiggere nelle sue immediate vicinanze, un'etichetta di formato A4 relativa al consumo di carburante e alle emissioni di CO2 della vettura in questione;
  • ad esporre in posizione evidente, per ciascuna marca di autovettura, un manifesto o uno schermo di visualizzazione contenente l'elenco dei dati ufficiali relativi al consumo di carburante e alle emissioni specifiche di CO2 di tutte le autovetture nuove esposte od offerte in vendita o in leasing presso o tramite il punto vendita;
  • a rendere disponibile gratuitamente, su richiesta del consumatore, la Guida al risparmio di carburante e alle emissioni di CO2 , redatta annualmente dal Ministero dello Sviluppo Economico sulla base dei dati ufficiali comunicati dai costruttori per tutte le vetture commercializzate nell'Unione Europea;
  • ad indicare in tutto il materiale promozionale divulgato (ivi inclusi gli annunci pubblicitari sulla stampa e i manifesti pubblicitari) i valori ufficiali relativi al consumo di carburante e alle emissioni specifiche di CO2 dei modelli di autovetture cui si riferisce.

l costruttore ha l'obbligo di fornire annualmente al Ministero dello Sviluppo Economico, distinguendoli per tipo di alimentazione, i dati aggiornati sul consumo di carburante e sulle emissioni di CO2 di ogni modello di autovettura commercializzato. Deve altresì fornire a ciascun punto vendita il manifesto di cui all'art. 5 del D.P.R. n. 84/2003 in formato cartaceo o, su richiesta, in formato idoneo ad essere visualizzato su schermo.

Caratteristiche del materiale informativo
Le etichette, la guida, il manifesto, il materiale promozionale devono avere il contenuto, le dimensioni e la forma grafica prescritte dal D.P.R. n. 84/2003.
L'uso di etichette e manifesti difformi e l'omissione di informazioni e diciture obbligatorie nel materiale promozionale, nel manifesto, nelle etichette costituiscono irregolarità sanzionabili.
Le informazioni fornite in ordine al consumo di carburante e alle emissioni di CO2 devono essere di facile lettura, avere la stessa evidenza delle eventuali informazioni promozionali ed essere facilmente comprensibili anche ad una lettura superficiale.
E' vietato apporre sulle etichette, sul manifesto, sulla Guida o sul materiale promozionale marchi, simboli o diciture relativi al consumo di carburante o alle emissioni di CO2 non conformi al disposto del D.P.R. n. 84/2003.

Controlli
La vigilanza sugli adempimenti prescritti dal D.P.R. n. 84/2003 è attribuita alle Camere di Commercio competenti per territorio.

Sanzioni
La violazione o l'incompleto o erroneo adempimento delle prescrizioni contenute nel D.P.R. n. 84/2003 sono puniti con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 250,00 a € 1.000,00.




Ufficio Vigilanza e Sanzioni

Per informazioni:

Tel.: 0574 - 612785
Fax: 0574 - 612834
Indirizzo: via del Romito 71

E-mail: sicurezza.prodotti@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-Venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e Giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

D.P.R. n. 84 del 17 febbraio 2003 D.P.R. n. 84 del 17 febbraio 2003

Aggiornamenti

25-07-2019
Aggiornata pagina OCC Prato

08-07-2019
Aggiornata la raccolta "Lo Sapevate Che..."

08-07-2019
Aggiornate le Guide ai Consumatori

08-07-2019
Manuali dei Consumatori: "Tutti in vacanza" (11^ edizione)

23-05-2019
Aggiornata modulistica Sportello Condominio

15-05-2019
Manuali dei Consumatori: "Casa dolce casa" (8^ edizione)

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):