La Camera informa... 2021

Sezione la Camera informa
Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2021
Home > La Camera informa...> ACI - Advanced Cargo Information: nuova formalità per l'importazione in Egitto
Argomenti

ACI - Advanced Cargo Information: nuova formalità per l'importazione in Egitto

 

La legge doganale egiziana n. 207 del 12 novembre 2020 ha istituito il sistema "ACI - Advanced Cargo Information", volto alla dematerializzazione delle procedure doganali ed alla facilitazione degli scambi commerciali.

Il sistema ACI prevede che l'importatore fornisca una pre-dichiarazione relativa alla spedizione (ACID - Advanced Cargo Information Declaration) e diverrà obbligatoria a partire dal 1 ottobre 2021, al momento esclusivamente per le merci trasportate via mare.

Tutti i dati e i documenti relativi all'operazione di esportazione devono essere trasmessi alle Autorità egiziane almeno 48 ore prima della partenza del carico dal Paese esportatore. La trasmissione avviene elettronicamente tramite la piattaforma Cargo X.
I dati richiesti sono essenzialmente i seguenti:

- denominazione/ragione sociale, tipologia di esportatore (società, affiliato o altro), indirizzo completo e indirizzo di posta elettronica dell'esportatore; numero di registrazione come esportatore autorizzato; partita IVA dell'importatore; codice del porto di esportazione; dati del carico; dati di fatturazione; codice HS; quantità/peso delle merci.

Una volta che l'importatore avrà inserito tutti i dati richiesti nel sito dello "sportello unico nazionale per l'agevolazione del commercio estero egiziano - nafeza", l'importatore stesso e la Banca riceveranno il numero ACID via e-mail che dovrà essere comunicato al proprio corrispondente affinché possa riportarlo nei vari documenti di esportazione. I documenti così compilati devono accompagnare il carico ed essere presentati alle autorità doganali dal vettore. In caso contrario, la merce non può essere sdoganata e sarà respinta al mittente.

Il codice ACID deve apparire sulla polizza di carico e sulla fattura commerciale. Tali documenti devono inoltre riportare il numero di partita IVA dell'importazione e quello di registrazione dell'esportatore nel proprio Paese.

Qualora fosse richiesto, tali informazioni possono essere riportate nel certificato di origine nella casella 5 "osservazioni".

Infine, gli esportatori sono invitati ad apporre un "codice GS1" sulle scatole e sugli imballaggi dei prodotti importati. Si tratta di un codice a barre di 14 cifre per garantire la tracciabilità e l'identificazione delle merci. Il sistema GS1 interagisce direttamente con il sistema ACI. Qualora non sia possibile l'utilizzo del codice GS1, l'esportatore ha comunque l'obbligo di specificare in fattura il prodotto e il numero del relativo lotto.

Per ulteriori approfondimenti si invita a consultare la scheda export dell'Egitto redatta dal sistema camerale.

 


Ufficio Registro Imprese

Tel. 0574/612845
Indirizzo: via del Romito 71

E-mail: registro.imprese.prato@ptpo.camcom.it

Aggiornamenti

21-10-2021
Rilevazione del grado di soddisfazione degli utenti - anno 2021

20-10-2021
Cancellazione d'ufficio di imprese individuali ai sensi del D.P.R. 247/2004

15-10-2021
Modalità di Accesso ai servizi camerali dal 18 ottobre 2021 - Sede di Prato

14-10-2021
Dalle ore 00:00 del 15 ottobre alle ore 00:00 del 20 ottobre 2021 - Sciopero generale

12-10-2021
Concorso nazionale Turismo dell'Olio - Seconda Edizione

11-10-2021
Cancellazione d'ufficio dal Registro delle Imprese degli indirizzi di posta elettronica certificata (PEC) inattivi

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):