Registro Imprese

Sezione Registro Imprese
Ultimo aggiornamento: 09 Ottobre 2020
Home > Registro Imprese > Domicilio digitale e Posta Elettronica Certificata (PEC)
Argomenti

Passa a...

Domicilio digitale e Posta Elettronica Certificata (PEC)


Cos'è

Il domicilio digitale è un indirizzo elettronico eletto presso un servizio di posta elettronica certificata o un servizio elettronico di recapito qualificato, conforme ai requisiti prescritti dal Regolamento eIDAS (Regolamento UE 23 luglio 2014, n. 910 del Parlamento europeo e del Consiglio). Costituisce domicilio digitale anche la Posta Elettronica Certificata (detta anche posta certificata o PEC). Si tratta di un sistema di comunicazione simile alla posta elettronica standard a cui si aggiungono delle caratteristiche di sicurezza e di certificazione della trasmissione tali da rendere i messaggi opponibili a terzi al pari di una tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno.

La trasmissione viene considerata posta certificata solo se le caselle del mittente e del destinatario sono entrambe caselle di posta elettronica certificata.

Al momento dell'invio di una mail PEC il gestore PEC del mittente si occuperà di inviare una ricevuta che costituirà valore legale dell'avvenuta (o mancata) trasmissione del messaggio con precisa indicazione temporale del momento in cui la mail PEC è stata inviata. Allo stesso modo il gestore del destinatario, dopo aver depositato il messaggio PEC nella casella del destinatario, fornirà al mittente una ricevuta di avvenuta consegna, con l'indicazione del momento temporale nel quale tale consegna è avvenuta. In caso di smarrimento di una delle ricevute presenti nel sistema PEC è possibile disporre, presso i gestori del servizio, di una traccia informatica avente lo stesso valore legale in termini di invio e ricezione, per un periodo di trenta mesi.

Il decreto legge 185 del 29 novembre 2008 (convertito con L. 2/2009) a seguito della modifica introdotta dall'art. 7 del Decreto legge 76/2020 (cosiddetto Decreto Semplificazioni) stabilisce l'obbligo per tutte le società di dotarsi di domicilio digitale. In particolare per le società di nuova costituzione il domicilio digitale è immediatamente obbligatorio e deve essere indicato alla costituzione della società (la mancata comunicazione del domicilio digitale determina la sospensione del procedimento di iscrizione al Registro Imprese ). Le società già costituite che non abbiano ancora provveduto a comunicare il proprio domicilio digitale o per le quali sia stata cancellata d'ufficio la PEC in quanto non più attiva, dovranno comunicarlo entro il 1° ottobre 2020 seguendo la procedura presente nell'apposita scheda.

Il decreto legge 179 del 18 ottobre 2012 (convertito con L. 221/2012), a seguito della modifica introdotta dall'art. 7 del Decreto legge 76/2020 (cosiddetto Decreto Semplificazioni) stabilisce l'obbligo di dotarsi del domicilio digitale (già PEC) anche alle imprese individuali che presentano domanda di prima iscrizione al registro delle imprese o all'albo delle imprese artigiane. Le imprese individuali attive e non soggette a procedura concorsuale, sono tenute ad indicare all'ufficio del Registro delle imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata entro il 1° ottobre 2020. L'ufficio del Registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa individuale che non abbia indicato il proprio domicilio digitale, sospende la domanda in attesa che la stessa sia integrata.

L'ufficio del Registro delle imprese verifica con modalità informatiche che il domicilio digitale sia attivo e univocamente riconducibile all'impresa; in caso contrario invita il richiedente ad indicare un nuovo domicilio digitale pena il rigetto della domanda di iscrizione.


Come si ottiene la PEC

Per ottenere una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) è necessario rivolgersi direttamente ad uno dei gestori accreditati presso l'Agid, l'ente nazionale per la digitalizzazione della pubblica amministrazione. E' possibile visualizzare l'elenco completo cliccando qui.

Trattandosi di un contratto fra privati (persone fisiche o giuridiche) il gestore è scelto dall'interessato in base all'offerta ritenuta più idonea.


Costi

Non viene applicato alcun costo dalla Camera di Commercio. Il richiedente pagherà il costo previsto dell'offerta sottoscritta direttamente al gestore prescelto.


Ufficio Registro delle Imprese

Per informazioni:

Tel. 0574/612845
Indirizzo: via del Romito 71 - 59100 PRATO
email: registro.imprese.prato@ptpo.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-Venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e Giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

L. n. 2/2009
Direttiva ministeriale 29/04/2015

Aggiornamenti

10-11-2020
Pubblicata la Guida "DIRE, guida breve alla presentazione delle cariche sociali"

28-10-2020
Registro imprese - Aggiornato modello ministeriale di procura

27-10-2020
Registro Imprese - Aggiornato modello di richiesta copie atti

23-10-2020
Firma digitale - Aggiornato modulo richiesta rimborso diritti di segreteria

23-10-2020
Registro Imprese - Aggiornati moduli nella sezione Modulistica varia

22-10-2020
Registro Imprese - Aggiornata Modulistica richiesta dall'ufficio Estero

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):