Sostegni alle imprese

Sezione promozione
Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2018
Home > Sostegni alle imprese > Contributi inserimento/reinserimento mercato del lavoro
Argomenti

Passa a...

Contributi per inserimento/reinserimento di soggetti in condizioni di svantaggio sul mercato del lavoro

bando scaduto

Beneficiari

Possono beneficiare dei contributi tutti i datori di lavoro privati con unità operative interessate alle assunzioni localizzate sul territorio della regione Toscana, in regola con la normativa sugli aiuti di Stato in regime de minimis.

Requisiti di ammissibilità:

  • essere in regola con l'applicazione del CCNL;
  • essere in regola con gli adempimenti contributivi INPS e INAIL e con le contribuzioni agli Enti Paritetici ove espressamente previsto dai contratti collettivi nazionali interconfederali o di categoria;
  • essere in regola con la normativa in materia di sicurezza del lavoro;
  • essere in regola con le assunzioni previste dalla legge 68/99 sul collocamento mirato ai disabili;
  • non aver fatto ricorso a procedure di licenziamento collettivo nei dodici mesi precedenti la data dell'assunzione.

Iniziative ammissibili

Il presente avviso mette a disposizione dei datori di lavoro privati contributi per promuovere l'inserimento/reinserimento lavorativo di lavoratrici e lavoratori svantaggiati attraverso:

  • Incentivi per assunzioni con contratti di lavoro subordinato a termine e a tempo indeterminato;
  • Voucher formativi per percorsi individuali di qualificazione e riqualificazione del lavoratore assunto;
  • Voucher di conciliazione per le spese di acquisto di servizi di cura per minori, anziani e disabili, sostenute dai lavoratori assunti o dal datore di lavoro per conto degli stessi.

Destinatari degli interventi sono:

  • persone con disabilità iscritte ai centri per l’impiego delle Province della Toscana negli appositi elenchi del collocamento mirato, di cui all’art. 8 della L. 68/1999;
  • soggetti svantaggiati e gli altri soggetti indicati all'art. 17 ter comma 8 L.R. 32/2002:
    a) i soggetti svantaggiati, di cui alla legge n. 381/1991 (Disciplina delle cooperative sociali);
    b) le persone inserite nei programmi di assistenza e integrazione sociale a favore delle vittime di tratta e grave sfruttamento
    c) i richiedenti protezione internazionale e i titolari di status di “rifugiato” o di “protezione sussidiaria”;
    d) i titolari di permesso di soggiorno rilasciato per motivi umanitari;
    e) i profughi.

Lo stato di disoccupazione dei soggetti svantaggiati deve essere comprovato tramite iscrizione presso il competente Centro per l'Impiego delle Province della Toscana ai sensi della normativa in vigore.

Il rapporto di lavoro per il quale il datore di lavoro richiede il contributo deve:

  • essere instaurato nell'anno in corso e la trasformazione del contratto da tempo determinato a tempo indeterminato deve essere effettuata nell'anno in corso;
  • essere instaurato e svolto sul territorio della Regione Toscana;
  • essere riferito ad un rapporto di lavoro la cui costituzione non sia obbligatoria per legge;
  • riguardare lavoratori per i quali il datore di lavoro richiedente non abbia già beneficiato di incentivi pubblici a sostegno dell'occupazione e/o di voucher formativi e di conciliazione;
  • riguardare lavoratori per i quali non si sia verificata, presso lo stesso datore di lavoro, una cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato nei 24 mesi precedenti;
  • essere riferito ad un contratto di lavoro full-time, secondo il numero di ore stabilite come full-time dal CCNL della categoria di riferimento, o part-time, con un numero di ore pari almeno al 50% delle ore stabilite dal full-time previsto dal CCNL della categoria di riferimento;
  • non essere riferito ad un contratto di apprendistato.

Tipologia ed intensità delle agevolazioni

Gli importi degli incentivi per assunzioni a termine sono riconosciuti per una durata massima di 12 mesi e sono modulati in base alla durata e alla tipologia di contratto.

Per le assunzioni a tempo indeterminato, l’importo dell’incentivo sarà pari a 10.000 euro nel caso di contratti full-time e a 5.000 euro nel caso di contratti part-time.

Oltre all’incentivo per l’assunzione dei soggetti destinatari dell’intervento i datori di lavoro possono richiedere:

1. voucher formativi per la partecipazione a percorsi individuali di qualificazione e riqualificazione dei lavoratori assunti; i voucher possono essere spesi dal datore di lavoro per la formazione erogata presso agenzie formative accreditate dalla Regione Toscana.
L’iscrizione al corso deve essere successiva alla data di assunzione e comunque non oltre la data di scadenza del contratto in caso di rapporto di lavoro a termine e non oltre i 3 mesi dalla data di assunzione in caso di rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

2. voucher di conciliazione per le spese di acquisto di servizi di cura per minori, anziani e disabili, sostenute dai lavoratori assunti o dal datore di lavoro per conto degli stessi.
Tali lavoratori devono trovarsi nella condizione di dovere assistere figli minori fino a 14 anni di età e/o disabili o anziani non autosufficienti, familiari, parenti o affini fino al secondo grado di parentela, anche se non conviventi.
I voucher di conciliazione possono inoltre essere utilizzati per l‘acquisto di servizi per gli stessi lavoratori assunti nella tipologia di persone disabili.
Il voucher di conciliazione deve essere utilizzato dal lavoratore successivamente alla data di assunzione e comunque non oltre la data di scadenza del contratto in caso di rapporto di lavoro a termine e non oltre i 12 mesi dalla data di assunzione in caso di rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Il datore di lavoro può richiedere per ogni lavoratore assunto una o entrambe le tipologie di voucher, per un importo massimo complessivo pari a 5.000 euro.


Erogazione dei contributi

L'erogazione del contributo avverrà a conclusione della fase di istruttoria curata da Sviluppo Toscana S.p.a. dopo la certificazione e pubblicazione sul B.u.r.t. del decreto dirigenziale di approvazione degli elenchi dei datori di lavoro ammessi e non ammessi al contributo. L'istruttoria consiste nella verifica dei requisiti richiesti al datore di lavoro e della documentazione presentata. L'erogazione del contributo avverrà sul conto bancario indicato dall'impresa nella richiesta di incentivo e in un'unica soluzione.

Le risorse stanziate saranno erogate fino ad esaurimento della disponibilità in base all'ordine di ricevimento delle richieste di contributo.

Il datore di lavoro che è stato ammesso al contributo è obbligato:
- a non interrompere il rapporto di lavoro a tempo indeterminato, oggetto del contributo, nei due anni e sei mesi successivi l'assunzione;
- a non interrompere il rapporto di lavoro a termine,oggetto del contributo, prima della scadenza prevista dal contratto.


La domanda di agevolazione

Le richieste di contributo potranno essere presentate fino alle ore 12.00 del 31 dicembre 2014, esclusivamente on line, utilizzando la piattaforma di Sviluppo Toscana S.p.A. al seguente indirizzo: https://sviluppo.toscana.it/svantaggio.
In ogni caso il datore di lavoro che assume un lavoratore con rapporto a termine deve presentare la richiesta di contributo entro la scadenza del contratto di lavoro.

Il datore di lavoro richiedente il contributo, o il soggetto incaricato alla compilazione della domanda, dovrà richiedere a Sviluppo Toscana S.p.A. il rilascio delle “chiavi di accesso” al sistema informatico. Le credenziali di accesso verranno rilasciate fino alle ore 12.00 del 30/12/2014.

Il presente avviso è consultabile sul sito della Regione Toscana.

Per richiedere assistenza sull’avviso pubblico nonché per informazioni e supporto alla compilazione delle richieste di contributo, è possibile rivolgersi a Sviluppo Toscana S.p.A. al seguente indirizzo di posta elettronica: svantaggio@sviluppo.toscana.it

Per le problematiche tecniche relative all’accesso al sistema informatico, è possibile rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica: supportosvant@sviluppo.toscana.it

Per tutte le altre informazioni e comunicazioni:
Sviluppo Toscana S.p.A – Via Dorsale, 13 - 54100 Massa Tel. 0550935416 - dalle 9.30 alle 13.00 dal lunedì al venerdì.
Posta certificata: svantaggio@pec.sviluppo.toscana.it


Ufficio Studi, Statistica e Servizi alle Imprese

Per informazioni:

via del Romito 71
tel. 0574/612763
fax 0574/612834

email: studi@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

D.Dirig. n. 3110 14/07/2014    (BURT n. 30 30/07/2014)

Aggiornamenti

19-04-2019
Aggiornata pagina "Servizio nuove imprese"

08-04-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B - Anno 2019

22-03-2019
Contributi per realizzazione percorsi per competenze trasversali e l'orientamento (ex alternanza scuola-lavoro)

20-03-2019
Bando Inail ISI 2018 - Finanziamenti per salute e sicurezza sul lavoro

05-03-2019
Contributi digitali I4.0 - Misura B Anno 2018 - Pubblicata graduatoria imprese ammesse

20-07-2018
Contributi digitali I4.0 - Misura B - Anno 2018

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ŕ anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):