Diritto annuale

Sezione diritto annuale
Ultimo aggiornamento: 02 Febbraio 2017
Home > Diritto annuale > Ravvedimento operoso
Argomenti

Diritto Annuale - Ravvedimento operoso


Ravvedimento e blocco della certificazione

A partire dal 1º gennaio dell'anno successivo a quello di riferimento, alle imprese non in regola con il diritto annuale non può essere rilasciata la certificazione camerale (articolo 24, comma 35, della legge n. 449 del 27.12.1997).

Se non è trascorso più di un anno dalla violazione (ovvero dall'ultimo giorno utile per pagare senza ritardo), l'impresa può - oltre a versare il tributo mancante per sbloccare il certificato - provvedere anche a versare gli importi a titolo di sanzione e interessi per ravvedimento, in modo da non ricevere più alcuna sanzione per quell'anno di competenza.


Ravvedimento su diritto dovuto con l'esazione a scadenza ordinaria o per nuove iscrizioni

Per verificare se l'impresa è ancora nei termini per effettuare ravvedimento, bisognerà individuare la data della violazione, ovvero la data di scadenza entro la quale non è stato effettuato - in tutto o in parte - il versamento dovuto. Questa data viene così individuata:

  • per le nuove iscrizioni, è il 30º giorno dopo la protocollazione della domanda;
  • in tutti gli altri casi si fa riferimento alla data di scadenza "scelta" dal contribuente (es. 16/6 oppure 16/7): ad esempio, se era stato precedentemente effettuato un versamento incompleto, si dovrà considerare entro quale dei due termini era stato effettuato.

Entro un anno dalla data della violazione si potrà effettuare il ravvedimento. Successivamente si potrà soltanto regolarizzare il tributo e attendere l'irrogazione della sanzione con cartella esattoriale o emissione di atto contestuale.

Per effettuare il ravvedimento si dovranno utilizzare i tre codici predisposti dall'Agenzia delle Entrate (3850 = tributo, 3851 = interessi, 3852 = sanzione), e quindi compilare tre righe del modello F24, Sezione IMU e altri tributi locali, con codice ente PO; l'anno di riferimento da indicare sarà in tutte le righe quello di competenza del tributo. Si ricorda che i versamenti effettuati con cod. 3851 e 3852 non sono compensabili con altri tributi (risoluzione Agenzia delle Entrate n. 115/E del 23.05.2003).

Si raccomanda di utilizzare la seguente modalità di calcolo solo per i ravvedimenti sul diritto annuale dovuto alla CCIAA di Prato. Si invita inoltre a contattare sempre l'Ufficio Diritto Annuale prima di effettuare il ravvedimento.
Le tre righe del modello F24 dovranno essere compilate così come segue:

  1. (codice tributo 3850) il tributo, ottenuto per differenza fra il dovuto (aumentato dello 0,40% se era stata scelta con un versamento parziale la seconda scadenza) e quanto versato entro la scadenza stessa;
  2. (codice tributo 3851) gli interessi calcolati sull'importo di cui al punto a), per il numero di giorni intercorrenti tra la scadenza e la data in cui si versa il ravvedimento. I giorni trascorsi fino al 31.12.2016 sono soggetti al tasso di interesse dello 0,2%; dall' 1.1.2017 il tasso è 0,1%; il divisore 36500;
  3. (codice tributo 3852) la sanzione (sempre calcolata sull'importo di cui al punto a), del 3% se il versamento avviene dal 1º al 30º giorno dalla scadenza, e del 3,75% se avviene a partire dal 31º giorno fino a un anno. Non si applica al diritto annuale il c.d. ravvedimento "mini" o "sprint" per i primi 15 giorni.

Ufficio Diritto Annuale

Per informazioni:

Francesco Tognaccini - tel. 0574/612762
Simona Becheri - tel. 0574/612761
Maria Grazia Guiggiani - tel. 0574/612755
Fax 0574/612756
Indirizzo: via del Romito 71, 59100 Prato

E-mail: diritto.annuale@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-Venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e Giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

D.M. 27/01/2005 n. 54
D.M. 11/05/2001 n. 359
L. n. 580/1993

Aggiornamenti

02-02-2017
Aggiornata la sezione sul ravvedimento operoso

05-01-2017
Diritto annuale: pubblicate le tabelle con gli importi di nuova iscrizione 2017

21-11-2016
Pubblicato testo cinese per diritto annuale 2016

02-11-2016
Diritto Annuale - Segnalazioni di irregolarità

14-07-2016
Diritto annuale: versamento con 0,40% - aggiornata la guida - pubblicato il volantino

04-07-2016
Diritto annuale: proroga dei termini di versamento per studi di settore

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo
Positivo
Sufficiente
Negativo
 

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):

Reperibilità delle informazioni;
Chiarezza dei contenuti;
Facilità di utilizzo;
Completezza delle informazioni;

Inserisci un tuo commento per indicarci cosa migliorare: