Servizi al consumatore

Sezione servizi al consumatore
Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2018
Home > Servizi al consumatore > Codice del Consumo
Argomenti

Passa a...

Codice del Consumo

La Direttiva 2001/95/CE, relativa alla sicurezza generale dei prodotti, ha l'obiettivo di garantire che solo prodotti di consumo "sicuri" siano immessi sul mercato comunitario. Nell'ordinamento italiano tale direttiva è stata recepita dal D.Lgs. 6 settembre 2005 n. 206 (cosiddetto "Codice del Consumo"), il quale, negli articoli da 102 a 113, riproduce sostanzialmente il contenuto della norma comunitaria.
Tale disciplina impone ad ogni prodotto immesso sul mercato e destinato al consumo un requisito generale di sicurezza e realizza, in combinazione con i requisiti essenziali di sicurezza richiesti dalla legislazione settoriale, il duplice obiettivo di garantire un elevato livello di protezione della salute e della sicurezza dei consumatori e di tutelare le imprese che operano correttamente nel mercato.

A quali prodotti si applica
Le norme in questione si applicano a tutti i prodotti ogni volta che non esista una disposizione speciale avente come obiettivo la sicurezza dei prodotti. In sostanza, se vi è una normativa comunitaria settoriale dedicata specificamente ad un determinato ambito di prodotti, la quale si occupi di fissarne i requisiti di sicurezza, le previsioni del Codice del Consumo in tema di sicurezza si applicano solo in via residuale per quei rischi o per quelle categorie di rischi non contemplate dalla normativa specifica.
Sono comunque esclusi dall'ambito di applicazione i prodotti alimentari.

Requisiti di sicurezza
Le Camere di Commercio svolgono in questo contesto compiti di vigilanza e controllo del mercato, diretti a garantire che i prodotti immessi sul mercato siano sicuri.
Per "prodotto sicuro" si intende qualsiasi prodotto che, in condizioni di uso normali o prevedibili, non presenti alcun rischio o presenti rischi minimi compatibili con l'impiego prevedibile del prodotto e accettabili nel contesto di una elevata tutela della salute e sicurezza delle persone.

Obblighi degli operatori
Sono destinatari delle disposizioni sulla sicurezza dei prodotti sia il fabbricante, che il rappresentante del fabbricante, che l'importatore, che il distributore.
Il produttore è tenuto a immettere sul mercato solo prodotti sicuri, fornendo al consumatore tutte le informazioni utili alla valutazione e alla prevenzione dei rischi derivanti dall'uso normale o ragionevolmente prevedibile del prodotto e alla prevenzione contro detti rischi. A tal fine egli deve adottare misure proporzionate in funzione delle caratteristiche del prodotto fornito. Tali misure comprendono l'indicazione dell'identità e degli estremi del produttore, nonche' il riferimento al tipo di prodotto o, eventualmente, alla partita di prodotti di cui fa parte, i controlli a campione sui prodotti commercializzati e, se del caso, la tenuta di un registro dei reclami, nonché l'informazione ai distributori in merito a tale sorveglianza.

Il distributore deve agire con diligenza nell'esercizio della sua attività per contribuire a garantire l'immissione sul mercato di prodotti sicuri; in particolare egli è tenuto a non fornire prodotti di cui conosce o avrebbe dovuto conoscere la pericolosità in base alle informazioni in suo possesso e nella sua qualità di operatore professionale, a partecipare al controllo di sicurezza del prodotto immesso sul mercato, trasmettendo le informazioni concernenti i rischi del prodotto al produttore e alle autorità competenti per le azioni di rispettiva competenza e a collaborare alle azioni intraprese, conservando e fornendo la documentazione idonea a rintracciare l'origine dei prodotti per un periodo di 10 anni dalla data di cessione al consumatore finale.

Più in generale produttore e distributore, qualora sappiano o debbano sapere, sulla base delle informazioni in loro possesso e in quanto operatori professionali, che un prodotto da loro immesso sul mercato o altrimenti fornito al consumatore presenta per il consumatore stesso rischi incompatibili con l'obbligo generale di sicurezza, informano immediatamente le amministrazioni competenti precisando le azioni intraprese per prevenire i rischi per i consumatori.

Sanzioni
Il Codice del Consumo (art. 112) prevede sanzioni per la violazione degli obblighi sopra descritti:

  • il produttore che immetta sul mercato prodotti pericolosi è punito con l'arresto fino ad un anno e l'ammenda da € 10.000,00 a € 50.000,00;
  • il produttore o il distributore che immettano sul mercato prodotti pericolosi in violazione del divieto di immissione in commercio sono puniti con l'arresto da sei mesi ad un anno e l'ammenda da € 10.000,00 a € 50.000,00;
  • il produttore o il distributore che non ottemperino ai provvedimenti di conformazione emanati per rendere sicuro il prodotto sono puniti con un'ammenda da € 10.000,00 a € 25.000,00;
  • il produttore o il distributore che non assicurino la dovuta collaborazione ai fini dello svolgimento della vigilanza sono puniti con una sanzione amministrativa da € 2.500,00 a € 40.000,00;
  • il produttore che violi le disposizioni di cui all'art. 104 del D.Lgs. 206/2005 commi 2, 3, 5, 7, 8 e 9 e il distributore che violi le disposizioni di cui all'art. 104 del D.Lgs. 206/2005 commi 6, 7, 8 e 9 sono puniti con una sanzione amministrativa da € 1.500,00 a € 30.000,00.

Ufficio Vigilanza e Sanzioni

Per informazioni:

Tel.: 0574 - 612785
Fax: 0574 - 612834
Indirizzo: via del Romito 71

E-mail: sicurezza.prodotti@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-Venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e Giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

D.Lsg 206/2005 D.Lgs 206/2005

Aggiornamenti

18-09-2019
Aggiornate le Guide ai Consumatori

18-09-2019
Aggiornata la raccolta "Lo Sapevate Che..."

17-09-2019
Manuali dei Consumatori: "Auto, che passione!" (10^ edizione)

25-07-2019
Aggiornata pagina OCC Prato

08-07-2019
Aggiornata la raccolta "Lo Sapevate Che..."

08-07-2019
Aggiornate le Guide ai Consumatori

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):