Servizi al consumatore

Sezione servizi al consumatore
Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2018
Home > Servizi al consumatore > Etichettatura delle calzature
Argomenti

Passa a...

Etichettatura delle calzature

Le calzature destinate al consumatore finale devono essere dotate di un'etichetta indicante i materiali utilizzati nelle principali componenti delle calzature stesse.

Tale obbligo è previsto dal D.M. 11/4/1996, con il quale è stata recepita in Italia la Direttiva n. 94/11/CE

E' disponibile online la Guida Unioncamere alla corretta compilazione dell'etichetta delle calzature.

Cosa si intende per calzatura
Sono calzature tutti i prodotti dotati di suole che proteggono o coprono il piede, comprese le parti messe in commercio separatamente.

L'Allegato II al D.M. 11 aprile 1996 precisa che rientrano comunque nella definizione di calzature tutti gli articoli, dai sandali la cui superficie esterna è fatta semplicemente di lacci o strisce regolabili, fino agli stivali la cui superficie esterna copre gamba e coscia.

Sono escluse dall'ambito di applicazione del Decreto:

  • calzature d'occasione usate;
  • calzature aventi le caratteristiche di giocattoli;
  • calzature di protezione disciplinate dalle norme relative ai dispositivi di protezione individuale;
  • calzature disciplinate dal D.P.R. 10 settembre 1982, n. 904 .

Come devono essere etichettate le calzature
Le calzature devono recare un'etichetta di composizione per ciascuna delle tre parti della calzatura: tomaia; rivestimento della tomaia e suola interna; suola esterna.

Deve essere indicato il materiale che costituisce almeno l'80% della superficie di ciascuna parte della calzatura. Se nessun materiale raggiunge almeno l'80%, è opportuno che l'etichetta rechi informazioni sulle due componenti principali.

I termini "cuoio", "pelle", "pelliccia", nonché i termini che ne derivano e i loro sinonimi, sono però riservati ai prodotti aventi le caratteristiche indicate dalla L. 16/12/1966 n. 1112.

L'etichetta presenta le seguenti caratteristiche:

  • è apposta su almeno una delle calzature e può essere può essere stampata, incollata, goffrata (cioè impressa in rilievo) o applicata ad un supporto attaccato al prodotto;
  • è visibile, saldamente applicata ed accessibile al consumatore. La dimensione dei simboli deve essere sufficiente a rendere agevole la comprensione delle informazioni contenute nell'etichetta;
  • è redatta in lingua italiana utilizzando i termini e/o la simbologia elencati nell'Allegato I al D.M. 11/4/1996; il simbolo o la descrizione devono figurare vicino ai simboli (pittogrammi) che si riferiscono alle tre parti della calzatura, anch'essi prescritti dal medesimo Allegato I.

Obblighi degli operatori

Fabbricante/ rappresentante del fabbricante con sede nell'Unione Europea /importatore: deve apporre l'etichetta ed è responsabile dell'esattezza delle informazioni in essa contenute.

Venditore al dettaglio: deve verificare la presenza dell'etichetta sulle calzature in vendita; deve esporre in modo visibile, nei luoghi di vendita al consumatore finale, un cartello illustrativo della simbologia adottata sull'etichetta.

Controlli
La vigilanza sull'osservanza delle disposizioni in materia di etichettatura delle calzature è attribuita al Ministero dello Sviluppo Economico, che la esercita attraverso le Camere di Commercio competenti per territorio, avvalendosi eventualmente della collaborazione degli enti aventi specifiche competenze in materia e sottoposti a vigilanza da parte del Ministero stesso, nonché degli ufficiali e degli agenti di Polizia giudiziaria.

Sanzioni
La violazione delle prescrizioni contenute nella Direttiva 94/11/CE è variamente sanzionata dall'art. 3 del D.Lgs. 190/2017.


Ufficio Vigilanza e Sanzioni

Per informazioni:

Tel.: 0574 - 612785
Fax: 0574 - 612834
Indirizzo: via del Romito 71

E-mail: sicurezza.prodotti@po.camcom.it

Orario di apertura al pubblico:

Lunedì-Venerdì ore 8.30/12.30
Lunedì e Giovedì ore 14.30/15.40
Sabato chiuso

Normativa

Dir 94/11/CE Dir. 94/11/CE
DM 11/4/1996 D.M. 11/4/1996
DPR 904/1982 D.Lgs. 15/11/2017 n. 190
L. 1112/1966 L. 16/12/1966 n. 1112

Aggiornamenti

18-09-2019
Aggiornate le Guide ai Consumatori

18-09-2019
Aggiornata la raccolta "Lo Sapevate Che..."

17-09-2019
Manuali dei Consumatori: "Auto, che passione!" (10^ edizione)

25-07-2019
Aggiornata pagina OCC Prato

08-07-2019
Aggiornata la raccolta "Lo Sapevate Che..."

08-07-2019
Aggiornate le Guide ai Consumatori

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):