Camera di Commercio
Industria Artigianato Agricoltura
Prato
Newsletter
n.03 / Giugno 2003
 

 

In questo numero:

   

Le opportunità: Finanziamenti regionali per i costi di campionario, pubblicato il bando

 

L'appuntamento: Firma digitale, dal 30 giugno obbligatoria per le società

 

Le scadenze: Diritto annuale, versamenti entro il 20 giugno; entro il 27 giugno la presentazione del Mud

 

La novità: Borsa del recupero, un mercato telematico per i rifiuti

 

Post It: Due nuovi appuntamento con i seminari per l'internazionalizzazione

 
     
^top
^top
 
  Finanziamenti regionali per i costi di campionario, pubblicato il bando  

Pubblicato il bando regionale per i sostegni regionali che interessano le attività di ricerca e sviluppo precompetitivo per tutti i settori industriali e per il terziario e che nel tessile-abbigliamento possono essere finalizzate alla creazione del campionario (il testo è reperibile sul Burt del 18 giugno).
Il sostegno regionale verrà concesso a fronte di un progetto in cui devono essere descritte le attività di ricerca: si considerano ammissibili tutte le spese sostenute appunto per l'attività di ricerca e per l'ideazione estetica del prodotto e prima realizzazione di prototipi, compresi i test di qualità. Alla fine del processo di definizione della graduatoria, i progetti in posizione utile per l'aggiudicazione delle risorse riceveranno un contributo a fondo perduto nella misura base del 35%, oltre ad un ulteriore 5% per i progetti svolti nella provincia pratese. L'agevolazione sarà soggetta all'articolo 72 della Finanziaria, che prevede un meccanismo di rimborso per il 50% del contributo accordato, in 6 anni, ad un tasso dello 0,5% annuo. Le domande potranno essere presentate a partire dal 3 luglio.

 
   
 
 
 
       
^top
^top
  Firma digitale, dal 30 giugno obbligatoria per le Società  

Firma digitale obbligatoria per le società a partire dal 30 giugno prossimo.
A partire dal 1 luglio, se non interverranno ulteriori proroghe, le domande, le denunce e gli atti che le accompagnano presentate al Registro delle Imprese, ad esclusione di quelle presentate dagli imprenditori individuali o dai soggetti iscritti nel Repertorio delle notizie Economiche e amministrative (esempio le associazioni), dovranno essere trasmesse per via telematica o presentate su supporto informatico (dischetto). Quindi diventerà obbligatorio dotarsi della smart-card, una tessera tipo bancomat che rende possibile assicurare la paternità di un documento informatico. La smart card può essere richiesta presso gli uffici della Camera di Commercio di Prato.

Per informazioni:
Ufficio RAO 0574/612722-612723

 
       
^top
^top
  Diritto annuale, versamenti entro il 20 giugno; entro il 27 giugno la presentazione del Mud  

Scade il 20 giugno il pagamento del diritto annuale per il 2003, dovuto dagli iscritti al Registro Imprese. E' possibile effettuare il versamento fino al 20 luglio, pagando in questo caso una maggiorazione dello 0,40 per cento. Per quello che riguarda l'importo da versare, le tabelle riepilogative sono reperibili sul sito http://www.po.camcom.it. Il pagamento può essere effettuato esclusivamente tramite il modello F24 e non tramite bollettino postale. Si invita gli utenti a prestare attenzione, perché ci sono state segnalate alcune truffe che potrebbero creare confusione.

Scadono invece il 27 giugno i termini per la presentazione del Mud, il modello unico di dichiarazione ambientale, relativo al 2002. Resta invariato rispetto allo scorso anno l'elenco dei soggetti obbligati, con una importante novità: per le sole imprese che, nella stessa unità, non producono più di tre rifiuti, e che, per ogni rifiuto, non utilizzano più di tre trasportatori e più di tre destinatari, è consentita l'utilizzazione di una scheda (cartacea) M.U.D. semplificata, la quale, in due soli fogli, contiene tutte le informazioni del M.U.D. stesso.
Per gli altri il Mud può essere presentato su supporto cartaceo (per i soli produttori), su supporto magnetico, per via telematica (per i possessori di smart card).
Per informazioni:
Ufficio Ambiente tel. 0574-612745/612753

 
       
^top
^top
  Borsa del recupero, un mercato telematico per i rifiuti  

Favorire l'emersione del mercato dei rifiuti recuperabili: questo l'obiettivo iniziale della Borsa telematica del recupero, operativa anche alla Camera di commercio di Prato. Il nuovo servizio, informatizzato, con l'ausilio di regole certe e trasparenti, intende proporsi come un mezzo flessibile di scambio e di collegamento tra le domande e le offerte sul versante del recupero dei rifiuti, offrendo anche servizi di orientamento sulle normative, sui materiali e sulle tecnologie di recupero.
Possono aderire: aziende di produzione rifiuti, aziende che riutilizzano materie prime derivanti da attività di recupero, recuperatori, smaltitori.
Gli interlocutori saranno qualificati dalla Camera di commercio: per poter operare l'impresa dovrà infatti richiedere, esclusivamente per via telematica, collegandosi al sito http://www.borsadelrecupero.net, l'accreditamento alla Camera di commercio, a cui seguirà il rilascio delle chiavi univoche di accesso al sistema (profilo utente, password). Il sistema camerale garantirà la costante manutenzione del servizio, l'assistenza agli utenti e l'offerta agli operatori di servizi di informazione tecnico-normativa. L'accesso è totalmente gratuito.

Per informazioni:
Dott. David Talamucci 0574/612745 oppure consultare il sito http://www.borsadelrecupero.net.

 
       
^top      
^top
  Post It: Due nuovi appuntamenti con i seminari per l'internazionalizzazione  

Ancora due appuntamenti con i seminari per l'internazionalizzazione:

  • 24 giugno "Cessioni ed acquisti intracomunitari";
  • 25 giugno "I sistemi di pagamento internazionale".

Entrambi gli appuntamenti si svolgeranno dalle 14.30 alle 17.30 al Pin, nell'Aula blu (piazza Ciardi 25). La partecipazione è libera e gratuita. E' gradita la prenotazione sul sito camerale all'indirizzo http://www.po.camcom.it/news/eventi/2003/index.htm.

Per informazioni:
Elisa Sacconi tel. 0574/612830.

 
       
^top      
^top
 
 
Se non desiderate ricevere ulteriori invii della presente newsletter vi preghiamo di inviare un messaggio al seguente indirizzo di posta elettronica: newsletter@po.camcom.it con l'indicazione nell'oggetto "REMOVE OBIETTIVOIMPRESA".