La Camera informa... 2015

Sezione la Camera informa
Ultimo aggiornamento: 05 Ottobre 2017
Home > La Camera informa... > 31/03/2015 - Scatta l'obbligo della Fattura Elettronica
Argomenti

31 marzo 2015 - Scatta l'obbligo della Fattura Elettronica

La Camera attiva un helpdesk

Il 31 marzo 2015 scatta l'obbligo della fatturazione elettronica, che prevede che tutte le fatture emesse nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni dovranno pervenire in formato elettronico.

La fattura elettronica è un file firmato digitalmente dal soggetto emittente ed inviato, tramite un sistema di Interscambio (SDI) nazionale, all'amministrazione identificata univocamente all'interno dell'Indice delle Pubblice Amministrazioni (IPA).
A tal fine si comunica a tutti i fornitori che il codice IPA della  C.C.I.A.A di Prato è: 7XGJ5A.

Per le PMI (Piccole e Medie Imprese)  la Camera di Comercio di Prato mette a disposizione, tramite la società Infocamere s.c.r.l. , un software gratuito per l'invio e la gestione della fattura elettronica, limitatamente a 24 invii all'anno, all'indirizzo:  https://fattura-pa.infocamere.it. Nel limite dei 24 documenti consentiti, non saranno conteggiati i documenti contabili emessi nei confronti delle Camere di Commercio e degli altri Enti del Sistema Camerale, comprese quindi le Unioni Regionali e l'Unioncamere Nazionale.

Inoltre è attivo un helpdesk al quale inviare le proprie domande: fatturapa@po.camcom.it. Il personale della Camera di Commercio di Prato aiuterà le imprese a chiarire i propri dubbi.

Si ricorda pertanto a tutti i fornitori che:

  • le fatture emesse con data fino al 30/3/2015: potranno essere trasmesse in formato cartaceo e potranno essere accettate dall'ente camerale non oltre il mese di Giugno 2015.
  • le fatture emesse con data dal 31/3/2015: dovranno obbligatoriamente essere trasmesse in formato elettronico, con le modalità previste dal D.M. N. 55/2013.

 

FAQ

QUESITO 1
Siamo un'associazione di promozione sociale di Prato, in data 19/03/2015 abbiamo acquistato la Carta Nazionale dei Servizi delle Camere di Commercio.
Abbiamo visto sul vostro sito la possibilità di effettuare gratuitamente 24 invii annui di fatture elettroniche, ma dopo esserci collegati al sito internet https://fattura-pa.infocamere.it/fpmi/service e dopo aver effettuato l'accesso è comparsa questa finestra:
Attenzione: L'utente (codice fiscale xxx) non risulta abilitato ad operare in qualità di rappresentante o delegato per conto di alcuna impresa.
Non possiamo aderire a questo servizio perché siamo un'associazione? O possiamo utilizzarlo?
Risposta
Confermiamo che il software gratuito messo a disposizione dalla società Infocamere s.c.r.l. (società di consortile delle C.C.I.A.A.) è utilizzabile solamente dalle imprese iscritte alla Camera di Commercio.
Sappiamo che un altro software gratuito è a disposizione delle aziende iscritte al Mepa (Mercato Elettronico delle PA), pertanto se siete iscritti potete utilizzare quello oppure rivolgervi sul mercato, vi sono alcuni software anche se non gratuiti, ma a prezzi ridotti per chi deve emettere un limitato numero di fatture elettroniche.

QUESITO 2
Vorrei sapere se la società che si occupa della conservazione a norma dei documenti contabili e delle relative notifiche per le annualità richieste dalla normativa vigente, per le aziende che utilizzano il programma gratuito di fatturazione elettronica, messo a disposizione dalla Camera di Commercio di Prato, sia da intendersi:
InfoCamere ScpA
sede legale Via G.B. MORGAGNI 13 00161 ROMA
P.IVA/CODICE FISCALE 02313821007
Nell'eventualità, invece, che della conservazione si occupi altro ente o società avrei necessità di sapere la denominazione, indirizzo e codice fiscale.
Risposta
Confermiamo che Infocamere è la società che si occupa della conservazione a norma delle fatture elettroniche per chi usufruisce del servizio gratuito dalla stessa messo a disposizione, come potete anche leggere nelle FAQ del servizio stesso (pag. 4).

QUESITO 3
Siamo uno studio commercialista e per conto di un cliente stiamo cercando di accedere al servizio per l'emissione delle fatture elettroniche alla Pubblica Amministrazione, ma, dopo avere inserito il PIN relativo alla CNS nella pagina web La Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione, ottengo un messaggio di errore. Che devo fare per risolvere il problema?
Risposta
Il servizio gratuito di fatturazione elettronica messo a disposizione dalla soc. Infocamere s.c.r.l. è rivolto soltanto alle imprese iscritte alla Camera di Commercio. Per i professionisti è necessario utilizzare un software diverso che per alcune categorie viene messo a disposizione dai propri ordini professionali, oppure, in alternativa, è possibile rivolgersi al mercato.

QUESITO 4
È la prima volta che usufruisco di questa modalità di fattura e temo di avere commesso un errore.
Questa mattina ho inviato la fattura elettronica per un lavoro eseguito per un Comune e purtroppo non ho selezionato nella sezione "Riepilogo Aliquote Iva" la voce "Split Payment" per l'esigibilità dell'iva.
Ora come mi devo comportare? Sono costretto a fare uno storno e rifare la fattura o esiste la possibilità di poter modificare la fattura inviata?
Risposta
Le fatture elettroniche una volta inviate e ricevute dal sistema di interscambio non si possono modificare, ma esiste la possibilità da parte del ricevente, qualora venga riscontrata una irregolarità, di respingerle. La fattura respinta viene notificata, dal sistema di interscambio al fornitore, il quale ha la possibilità di riemetterla, correggendola e utilizzando la stessa numerazione. Le suggerisco di contattare il comune e di farsi respingere la fattura. Se questo, per qualche motivo, non fosse possibile può sempre emettere, in formato elettronico, una nota di credito a storno della fattura e riemettere successivamente la fattura corretta (in questo caso con un'altra numerazione).

QUESITO 5
Ho una cartolibreria e sono iscritta presso la Camera di Commercio di Prato. Avrei bisogno di sapere come fare ad essere seguita per la compilazione di quanto sottoscritto: la compilazione, la trasmissione attraverso il Sistema di Interscambio e la completa gestione di 24 fatture nell'arco dell'anno (devo compilare la/le fatture per le cedole librarie).
È necessario prendere un appuntamento? Presso quale ufficio?
Risposta
Il servizio messo a disposizione dalle Camere di Commercio a tutte le piccole e medie imprese italiane iscritte prevede, gratuitamente, la compilazione, la trasmissione e la conservazione a norme di legge delle fatture elettroniche emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione fino ad un massimo di 24 l'anno. Per usufruire del servizio è necessario avere una casella di posta elettronica certificata (PEC) attraverso la quale inviare le fatture e dotarsi di un dispositivo di firma digitale (ad esempio le CNS rilasciate dalla Camera di Commercio sia nella forma della tessera magnetica smart card che della chiavetta token USB), con il quale firmare digitalmente le fatture. Attraverso il link presente nella home page della Camera di Commercio di Prato troverà tutte le informazioni necessarie per utilizzare il servizio e con l'ausilio del dispositivo di firma digitale potrà aderirvi direttamente online.

QUESITO 6
Avrei bisogno di richiedere la carta nazionale dei servizi (CNS) per emettere fattura verso la PA.
Potreste indicarmi come richiederla? Devo necessariamente recarmi presso la Camera di Commercio o posso ottenerla presso altri operatori?
Risposta
Per ottenere la CNS può recarsi presso il nostro sportello "Firma digitale" in orario di ufficio (8.30-12.30 dal lunedì al venerdì e 14.30-15.40 il lunedì e il giorvedì) con il suo codice fiscale, un documento valido e un indirizzo email. Ecco il link del nostro sito con tutte le informazioni:
http://www.po.camcom.it/servizi/rimprese/generale/digitale.php
La CNS può essere rilasciata da qualsiasi Camera di Commercio e anche da altri enti accreditati.

QUESITO 7
Sto compilando la fattura elettronica per un Comune.
Nel campo:

DETTAGLIO FATTURA
 
ALIQUOTA IVA %
NATURA OPERAZIONE
 
Non soggetta (sono libri)

Non mi permette di andare avanti perché nel campo precedente non scrivo niente. Come posso fare?
Risposta
Non sapendo quale applicativo stia usando per la compilazione, le consigliamo comunque di inserire nel campo "Aliquota IVA %" i caratteri "0.00" visto che si tratta di fattura non soggetta ad IVA. Inoltre, se si tratta di vendita di libri soggetta al regime speciale dell'editoria, si ricordi anche di inserire il codice "RF7 Editoria (art. 74, c.1, D.P.R. 633/1972)" nel campo "Regime fiscale" all'interno dei "DATI ANAGRAFICI".

QUESITO 8
Ad oggi non abbiamo possibilità di emettere autonomamente fattura elettronica. Potreste aiutarci in qualche modo?
Risposta
Il sistema camerale, attraverso la società di servizi informatici Infocamere, ha messo a disposizione un servizio completo gratuito, per le piccole e medie imprese iscritte al registro imprese, che consente la compilazione, la trasmissione e la conservazione a norma di 24 fatture elettroniche dirette alla Pubblica Amministrazione nell'arco dell'anno. Il servizio è gratuito senza limiti per le fatture elettroniche emesse nei confronti delle Camere di Commercio. Per usufruirne la società deve essere in possesso di un dispositivo di firma digitale per firmare digitalmente le fatture (ad esempio le CNS rilasciate dalla Camera di Commercio sia nella forma della tessera magnetica smart card che della chiavetta token USB) e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) per inviarle.
Nella home page del sito della Camera di Commercio di Prato, esiste un link denominato "La fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione" tramite il quale si può aderire al servizio direttamente online trovando tutte le informazioni necessarie, compreso un numero telefonico di assistenza.

QUESITO 9
Siamo un'associazione onlus che gestisce un canile. Emettiamo, in formato pdf, fattura bimestrale ad un Comune (in esenzione iva art.4). Vorremmo sapere, essendo privi di partita iva, se siamo tenuti all'emissione della fattura elettronica. In caso di risposta positiva vorrei sapere a chi possiamo rivolgerci per l'emissione della stessa.
Risposta
Da quanto ci riferisce si può evincere che siate un'organizzazione no profit senza partita IVA che non svolge attività commerciale ai sensi della normativa IVA e che quindi il documento bimestrale che emettete al Comune sia una nota di debito senza valenza fiscale di fattura.
In merito ad un quesito simile, il sottosegretario all'Economia Zanetti, durante il question time di giovedì 12 marzo 2015 in Commissione Finanze della Camera, ha chiarito che gli enti no profit, per le prestazioni erogate in base a convenzioni con la PA, potranno continuare a certificare le somme percepite emettendo note di debito in forma cartacea, senza l'obbligo di ricorrere alla fatturazione elettronica, trattandosi di soggetti che già in precedenza non erano obbligati all'emissione di fattura.
Quindi riteniamo che possiate continuare a comportarvi come avete fatto finora senza emissione di fattura elettronica.

 


Ufficio Ragioneria

Tel. 0574 612.747 / 612.758
Fax: 0574 612756
Indirizzo: Via del Romito, 71

E-mail: ragioneria@po.camcom.it

 

Aggiornamenti

19-09-2019
Customer Satisfaction 2019: pubblicati i risultati

19-09-2019
Contributi a favore di imprese/soggetti REA per la realizzazione di percorsi formativi e/o di stage per l’orientamento al lavoro e alle professioni

18-09-2019
Aggiornate le Guide ai Consumatori

18-09-2019
Aggiornata la raccolta "Lo Sapevate Che..."

18-09-2019
Indice ISTAT dei prezzi al consumo - Mese di agosto 2019

18-09-2019
Aggiornata pagina "Modulistica abilitazioni"

Esprimi il tuo giudizio
Aiutaci a migliorare questa pagina

Esprimi un giudizio sul sito


Aiutaci a migliorare!
La votazione Ť anonima e non richiede registrazione.

Giudizio positivo
Giudizio sufficiente ma pagina migliorabile
Giudizio negativo

Per il seguente motivo (selezionare solo un'opzione):